Sono passati ormai quattro mesi dal tremendo omicidio di pamela mastropietro, una giovane ragazza di origine romana uccisa da alcuni uomini di origine nigeriana. L'omicidio e le sue brutali modalità hanno scatenato una forte polemica nell'ambito dell'opinione pubblica e del mondo della politica italiana. Polemica che si è concentrata anche e sopratutto sulla fallimentare gestione dell'attuale immigrazione di massa.

Le frasi shock degli accusati e l'idea del tentato cannibalismo

Recentemente sono emersi ulteriori inquietanti elementi in merito al brutale omicidio della ragazza 18enne. Stando a quanto riportato in un articolo pubblicato sul sito web di Tgcom 24, dalle intercettazioni è emerso che Desmond Lucky ha detto al telefono che Innocent Oseghale avrebbe dovuto far sparire il corpo della ragazza, tagliandone alcuni pezzi e mangiandone il resto dopo averla congelata. Un dettaglio choccante che fa pensare anche ad una ipotetica natura 'rituale' e criminale del tremendo femminicidio.

L'inquietante ombra della mafia nigeriana dietro il brutale omicidio di Pamela

Stando sempre al già citato articolo scritto sul sito web di Tgcom 24, le tremende frasi pronunciate da Desmond Lucky potrebbero essere ricondotte alla sempre più potente ed influente mafia nigeriana, una delle organizzazioni criminali africane più potenti nel continente nero e nel resto del mondo. Il fatto è che evidentemente la tragica vicenda presenta ancora diversi punti oscuri e che la stessa ipotesi della mafia nigeriana risulta essere sempre meno 'inverosimile', nonostante fosse stata esclusa ufficialmente dalle indagini.

Inoltre, stando ad un articolo pubblicato sul sito web del Corriere Adriatico ci sarebbero anche altri misteriosi dettagli che fanno riferimento ad un altro indagato di nome Awelima Lucky. Difatti, l'uomo di origine africana pare che avesse nel cellulare due foto che ritraevano due ragazzi africani brutalmente torturati. Oltre a ciò, nello stesso cellulare sono state trovate altre foto che riguardano un sacchetto di eroina e una persona con un guanto in lattice che sta tagliando un organo appartenente ad un animale.

Su tali nuovi dettagli, bisogna dire che c'è bisogno che le autorità di competenza continuino nella loro ricerca delle cause del brutale femminicidio di Pamela e appurino il coinvolgimento o meno della stessa mafia nigeriana.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto