Sono ore di angoscia e terrore quelle che si stanno vivendo in Abruzzo, precisamente in un punto dell'autostrada A14 nei pressi di Francavilla al Mare, cittadini di circa venticinquemila abitanti nella provincia di Chieti. Stamane, dopo mezzogiorno, un uomo di circa cinquant'anni ha condotto una ragazzina, che si presume possa avere all'incirca dodici anni, su un viadotto dell'autostrada, e l'ha lanciata nel vuoto. La ragazzina ha compiuto un balzo di circa trenta metri, e, secondi testimoni oculari presenti sul luogo, il suo corpo è immobile a terra, e non dà segni di vita.

L'uomo, nel frattempo, è barricato nello stesso punto in cui ha compiuto il terribile atto, urlando alle forze dell'ordine accorse sul luogo di non avvicinarsi al corpo della bambina, minacciando di buttarsi nel vuoto a sua volta, non consentendo ai soccorritori di raggiungere il luogo dove giace il corpo della ragazzina, per valutarne le condizioni e cercare di salvarle la vita.

Sul posto ci sono i Carabinieri [VIDEO], i Sanitari del Pronto Soccorso ed i Vigili del Fuoco.

In mattinata, sempre nella stessa località di Francavilla al mare, è avvenuta una circostanza simile: una donna, che poi si è scoperto essere la moglie dell'uomo in questione, è precipitata dal quarto piano di una palazzina. Trasportata in ospedale in condizioni disperate, la donna è morta poche ore dopo, nel pomeriggio, a causa delle forti lesioni riportate al momento dell'impatto al suolo dopo la terribile caduta. L'ipotesi che al momento si presume possa essere quella veritiera è che la donna sia stata lanciata dal balcone del suo appartamento dopo un litigio con il marito, dopo esser stata picchiata all'interno della casa, e dopo questo gesto sconsiderato l'uomo ha preso in ostaggio la ragazzina, figlia della donna deceduta, e l'ha condotta sul viadotto autostradale, prima di compiere un altro, terribile misfatto.

Francavilla al mare, una cittadina tranquilla devastata dalla tragedia

La comunità di Francavilla al mare è scioccata e devastata da questa tragedia. La gente di questo luogo si apprestava a trascorrere una tranquilla domenica soleggiata, quando è stata travolta dalla notizia che mai nessuno avrebbe voluto sentire. La comunità si stringe intorno alla famiglia della donna deceduta, e spera che i soccorsi possano salvare la vita alla piccola ragazzina, di certo innocente di fronte alla follia umana. Per ulteriori sviluppi, seguiteci su Blasting News.