Un episodio che è già passato praticamente su ogni sito d'informazione quello che si è palesato all'Ospedale Cardarelli di Napoli: medici e infermieri stupefatti da una donna che ha risposto al telefono mentre stava eseguendo un Tac, ovvero una Tomografia computerizzata. I cellulari chiaramente fanno parte della nostra quotidianità e questo è l'esempio tangibile. Nonostante ciò, risulta buffo e al contempo sciagurato mettere a repentaglio la propria Salute, come nel caso della tac, solo per rispondere ad una chiamata. Andiamo a ripercorrere la vicenda.

Tac messa a repentaglio dal cellulare? Il caso

Nel dettaglio, all'ospedale Cardarelli di Napoli, pochi giorni fa si è presentata una donna che accusava una forte cefalea. Dopo alcuni accertamenti di routine, l'esame topografico doveva essere quello chiarificatore della vicenda, proprio a questo serve una Tac. Una procedura semplice ma non del tutto priva di rischi: prima di immettersi nell'apparecchio infatti devono essere tolte dal corpo tutte le tipologie di oggetti metallici, come ad esempio i piercing o gli orecchini che potrebbero falsificare la Tomografia.

Una prassi che però non è andata in scena nel napoletano visto che la donna ha scelto di portare il proprio telefonino all'interno della tac. Apparentemente priva di motivazione la scelta della donna che ha infatti confessato di avere avuto una semplice svista.

Come si è conclusa la vicenda del cellulare?

Tutto è bene quel che finisce bene, visto che la donna non ha avuto alcuna conseguenza dall'uso del telefonino nella Tomografia computerizzata, specie perché i medici se ne sono accorti in tempo e hanno così bloccato la procedura dell'esame ripetendola poi qualche minuto dopo, naturalmente senza l'oggetto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Come appena detto, la tac è stata ripetuta e fortunatamente la donna, oggetto della curiosa vicenda, non era ammalata o nel pieno di qualche malattia. Gli utenti del web che hanno visionato la foto circolata su internet sostengono proprio che il mal di testa della donna presentatasi al Cardarelli avesse fosse la conseguenza dell'eccessivo uso del cellulare nella sua vita. La foto della tac è stata probabilmente diffusa proprio per mettere in guardia tutti da quanto successo.

I medici hanno infatti invitato la popolazione a non prendere da esempio il gesto della donna, che a sua insaputa si è resa protagonista di una vicenda davvero assurda.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto