Sui calendari che normalmente appendiamo negli studi professionali o nelle cucine domestiche difficilmente troveremo scritto che oggi 25 Maggio 2018 ricorre da più di trent'anni la giornata mondiale dei bambini scomparsi. E' un tema difficilissimo da trattare e lascia amareggiati sapere che nell'arco del 2017 in Italia il numero di bambini mai più ritrovati ha toccato cifre importanti, specialmente nelle regioni Lombardia e Lazio.

La ricorrenza

Il 25 Maggio del 1979 Etan Patz, un bambino americano di soli 6 anni, sparisce misteriosamente nel suo quartiere a New York City. E' un caso difficile che viene riaperto più volte fino a chiudersi in un silenzio denso di dolore.

Nessun colpevole, nessuna possibilità di avere giustizia.

Eppure Etan avrebbe dovuto percorrere da solo poco meno di due isolati per prendere lo scuolabus e trascorrere con tutti gli altri bambini una giornata serena, aspettando solo il dolce momento di tornare a casa dopo tante impegnative attività. Quel percorso per lui si rivela fatale: sfortunatamente la sua scomparsa viene segnalata solo quando la famiglia non lo vede rientrare a casa alla solita ora.

A nulla valgono segnalazioni e ricerche di una pronta squadra investigativa, Etan probabilmente fino al suo istituto scolastico non ci è nemmeno arrivato e di lui non si è più avuta alcuna traccia. Oltre alla terribile perdita si aggiungono i sospetti proprio nei confronti dei familiari, ma non occorre che passi molto tempo prima che la polizia si renda conto che intorno e dentro la casa di Etan non vi è alcuna traccia di sequestro o, peggio ancora, di omicidio.

Ronald Reagan, l'allora Presidente degli USA (in carica dal 1981 al 1989), istituisce nella data simbolica del 25 Maggio la giornata dedicata al ricordo delle vittime bianche di rapimento.

I dati attuali

Se il 1979 sembra un anno così lontano e l'America tanto diversa dal punto di vista della criminalità e dei fatti di Cronaca Nera, la notizia di quello che accade proprio sotto ai nostri occhi e nella nostra nazione non può che lasciare addosso uno sgradevole stupore e nel cuore un terribile senso di lutto comune.

In Italia gli ultimi dati sono agghiaccianti: è il Telefono Azzurro a lanciare l'allarme del numero in forte crescita di rapimenti. Bambini italiani e stranieri sono presi di mira probabilmente per essere rivenduti al mercato nero o gettati in pasto al mondo sommerso della prostituzione minorile. Tuttavia le cifre sono molto diverse.

In Italia dal 1979 ad oggi sono scomparsi più di 13.500 bambini stranieri e circa 2.000 italiani. I dati ci raccontano anche che attualmente 4 bambini su 5 non vengono mai più ritrovati nonostante gli sforzi delle nostre istituzioni e ammontano ormai a più di 3 le denunce che settimanalmente pervengono alle forze dell'ordine.

Le regioni più colpite sembrerebbero essere Lombardia e Lazio. Non esistono più gli orari e i tragitti "sicuri" e i parchi per bambini recintati non sono sufficienti a limitare il pericolo che si cela indisturbato proprio sotto gli occhi di tutti. Eventi e convegni vengono costantemente proposti per trattare il delicato tema e sensibilizzare le figure responsabili specialmente nei riguardi di quel gruppo di minori impossibilitati per molteplici motivi a chiedere aiuto.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!