Una terribile notizia giunge dalla regione Calabria ed esattamente dalla provincia di Catanzaro dove una donna ha perso la vita mentre stava tranquillamente cucinando a casa. La tragedia è avvenuta qualche giorno fa. Vediamo i dettagli che sono emersi dopo l'intervento delle forze dell'ordine sul luogo dell'incidente domestico. Sempre nel catanzarese, un uomo ha inseguito la figlia minacciandola con una bottiglia di vetro.

Le fiamme la avvolgono: muore carbonizzata ad 86 anni

Il tutto è avvenuto nella giornata del 4 maggio, a Catanzaro ed esattamente nel rione Fortuna. La donna era tranquillamente a casa e stava cucinando quando improvvisamente da un fornello si sono sprigionate delle fiamme che l' hanno avvolta e uccisa. Le cause delle fiamme sono ancora in corso di accertamento. A scoprire il corpo senza vita della donna è stato uno dei suoi figli.

L'uomo infatti era preoccupato perché non riusciva a mettersi in contatto con la madre. Così ha deciso di recarsi all'abitazione della donna per capire cosa stesse succedendo. Quando è giunto a casa ha fatto l'amara scoperta. Il corpo della donna era completamente carbonizzato e giaceva sul pavimento della cucina accanto alla fornace. Sono giunti poi, immediatamente, i sanitari del 118 che però non hanno potuto far nulla per salvare la donna.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Calabria

Sul luogo dell'incidente domestico sono giunti gli uomini della squadra volante e della squadra mobile della questura assieme ai vigili del fuoco che hanno raccolto tutti gli elementi necessari per ricostruire quanto accaduto. Sul posto della tragedia è giunto, in seguito, anche il pubblico ministero di turno della procura della repubblica di Catanzaro.

Insegue la figlia con una bottiglia di vetro rotta

A Lamezia Terme, provincia di Catanzaro, una violenta lite familiare termina con l'arresto di un uomo che ha inseguito la figlia con una bottiglia di vetro rotta.

La ragazza per fortuna era riuscita ad allertare il 113 che immediatamente è giunto sul luogo e hanno fermato l'uomo. I familiari avevano già in precedenza denunciato il comportamento violento dell'uomo che spesso si trovava sotto l'effetto di alcool. La moglie e le figlie avevano subito già in passato soprusi e violenze ed erano state anche minacciate di morte. Una volta le donne erano state chiuse fuori case di notte sotto la pioggia.

Il cinquantenne è stato arrestato dalla Polizia di Lamezia Terme.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto