Il Parlamento del Canada ha approvato nelle ultime ore il Cannabis Act, un documento che legalizza la marijuana per uso ricreativo. Tale normativa ha ottenuto 52 voti a favore e 29 contrari. Già dal prossimo settembre, i canadesi potranno tranquillamente comprare e fumare cannabis senza incorrere in sanzioni. Un passo importante sul versante della legalizzazione delle sostanze stupefacenti quello fatto di recente dal Paese dell'acero rosso. Il Canada è la seconda nazione al mondo, dopo l'Uruguay, a rendere legale la cannabis [VIDEO] per uso ricreativo. Il primo ministro canadese, Justin Trudeau, ha comunicato che la nuova legge entrerà in vigore il 17 ottobre 2018.

"E' stato troppo facile per i nostri bambini reperire marijuana, e per i criminali ottenere i profitti. Ora le cose cambiano", ha sottolineato Trudeau.

Canada: il motivo del rinvio dell'entrata in vigore della nuova legge

Svolta del Canada in favore della legalizzazione della marijuana. Il primo ministro Trudeau ha precisato che il rinvio dell'entrata in vigore della nuova legge è finalizzato a consentire ai territori e alle province di conformarsi alla normativa che nelle ultime ore ha incassato l'ok dei parlamentari canadesi. Negli Usa la marijuana è illegale per la legge federale, invece è legale in alcuni Stati, come la California, dove è nato un mercato fiorente della cannabis legale [VIDEO]. Bill Blair, esponente del partito liberale, aveva detto ai microfoni di CTV News che se la legge fosse stata approvata in Parlamento in settimana, la marijuana sarebbe diventata legale a partire da settembre 2018.

Canada: svolta dopo 90 anni di proibizionismo

Quella sulla legalizzazione dell'acquisto e del consumo della marijuana per uso ricreativo è stata una legge molto discussa in Canada. C'è chi ha insinuato diverse problematiche, come quella concernente le modalità per tenere la cannabis lontana dai bimbi. Un altro problema riguarda la gestione dell'organizzazione criminali dedite allo spaccio di stupefacenti. L'attuale normativa prevede che la marijuana può essere prodotta, venduta e consumata solo da soggetti che hanno più di 18 anni. Il senatore Tony Dean, che ha caldeggiato il disegno di legge nella Camera alta canadese, ha detto che finalmente in Canada è arrivata la svolta, dopo 90 anni di proibizione della cannabis e di vana criminalizzazione. Dean ritiene che l'approccio delle autorità canadesi, in tema di acquisto e consumo di cannabis, finora non ha funzionato. Una svolta epocale nella nazione dell'acero rosso.