Una studentessa ha acquistato una confezione di mozzarella in un supermarket Esselunga in via Masaccio, a Firenze. Dopo aver aperto la confezione, però, ha notato la presenza di due aghi per cucire. A questo punto, la giovane si è recata dai carabinieri per spiegare cosa le era accaduto, portando con sé anche l'involucro contenente i latticini.

I militari, dopo aver posto l'alimento sotto sequestro, hanno immediatamente provveduto ad informare il supermercato della vicenda, chiedendo il ritiro del prodotto alimentare [VIDEO] dagli scaffali in via precauzionale. In seguito ad un primo esame della confezione, non sono stati rinvenuti fori, dunque è stato escluso che gli aghi potessero essere stati introdotti dall'esterno.

La ragazza ha riferito di essersi accorta della presenza degli uncinetti mentre stava tagliando il prodotto caseario, dopo aver iniziato a consumarlo.

Mozzarelle con marchio Mukki vengono prodotte da terzisti

I carabinieri di Firenze hanno scoperto che la mozzarella contenente due aghi faceva parte di un lotto che annoverava circa 3.840 latticini con marchio Mukki, prodotti nello stabilimento di Novoli (Firenze). Dopo l'allerta diramata dalle forze dell'ordine, 600 mozzarelle distribuite alla Esselunga sono già state ritirate dal mercato, mentre le altre 3.240 (consegnate ad altre aziende) sono state ufficialmente richiamate [VIDEO].

Dopo la denuncia sporta dalla studentessa 23enne di origini pugliesi che ha seriamente rischiato di ingoiare i due aghi per cucire, i carabinieri di Firenze e i colleghi del Nas stanno eseguendo ulteriori accertamenti per scoprire come abbiano fatto quei due corpi estranei a finire nella mozzarella.

In queste ultime ore si è anche appreso che il lotto a marchio Mukki posto sotto sequestro non è stato prodotto nello stabilimento fiorentino della Centrale del Latte. Infatti, come comunicato dalla società stessa, la produzione delle mozzarelle viene solitamente affidata a "terzisti".

Nella nota ufficiale diffusa per chiarire la situazione e la sua posizione, l'azienda toscana ha escluso qualsiasi rischio di contaminazione da corpi estranei, aggiungendo di aver comunque deciso di ritirare dal commercio il lotto indicato in via precauzionale, ovvero la mozzarella Mukki da 125 grammi con scadenza al 29 giugno 2018. Infine è stato comunicato a tutti i consumatori che avessero già acquistato questo prodotto, di sostituirlo presso i punti vendita.