Non è una posizione in classifica di cui vantarsi: il nostro Paese è il terzo in Europa per quanto riguarda l'uso di cannabis indica e il quarto relativamente all'uso di cocaina. Lo dice l'Agenzia europea delle droghe nell'ultimo rapporto pubblicato. Sapevamo già di essere tra i primi Paesi per il consumo di coca, che rimane stabile, ma purtroppo è aumentato il numero di decessi ad esso collegati. Anche il livello di consumo di cannabis è pressoché identico, anche se si registrano grosse differenze all'interno del Paese e l'ecstasy si consuma come prima con piccoli segni di crescita. In tutta Europa la sostanza stupefacente più diffusa è la cannabis: ad usarla sarebbero ben 24 milioni di adulti, oltre ai tantissimi giovani

Le percentuali

In Italia la percentuale di giovani consumatori di cannabis, di un'età compresa tra i 15 e i 34 anni, è del 20,7%, battuta solo dai francesi con il 21,5%.

Se si contano anche gli adulti over 35, l'italia si piazza al terzo posto con il 33,1%, dopo il 41,4% della Francia e il secondo posto della Danimarca, forte del suo 38,4%. L'uso di cocaina riguarda [VIDEO] invece 3,5 milioni di consumatori per l'anno 2017 ed il più alto consumo è stato registrato in Gran Bretagna, con il 4%, seguita dal 3,9% della Danimarca e dal 3,7% dei Paesi Bassi. In Italia la percentuale scende all'1,9% solo per i più giovani, mentre sale al 6,8% se se ne calcola l'uso nel corso di tutta la vita. E l'Italia si attesta al quarto posto dopo Regno Unito, Spagna e Irlanda.

L'Ecstasy

Sono circa 2,6 milioni le persone che consumano la pericolosa sostanza stupefacente in Europa; in Italia il fenomeno tocca da vicino una porzione di popolazione vicina al 2,8%. E' un valore di molto inferiore ai tassi irlandese e olandese che superano il 9%, e anche di quelli inglesi, che si attestano sul 9%, per finire con il 4,2% della Francia.

E' in Olanda e in Belgio che si ha la maggior produzione dello stupefacente sintetico: solo due anni fa sono stati smantellati 11 laboratori in tutta Europa di cui ben 10 in Olanda e uno in Belgio. Da qui l'ecstasy viene distribuita in tutto il mondo ed arriva anche in Australia, dove i maggiori quantitativi di droga sequestrata provengono dal Nord Europa. Oltre al problema delle droghe sintetiche si aggiunge l'aumento dei decessi per overdose di eroina, che avvengono in larga misura nel Regno Unito. Nel 2015 sono state oltre mille le morti legate a morfina ed eroina in Galles, Scozia ed Inghilterra e sono in forte aumento anche in Francia.