Arriva dal versante francese del Monte Bianco la notizia del ritrovamento del corpo senza vita di uno dei tre giovani alpinisti dispersi italiani dati per dispersi da martedì scorso, il cadavere è stato recuperato nella crepacciata terminale della Petit Aiguille Verte. I soccorritori sono stati in grado di localizzarlo grazie al segnale gps di uno dei dispositivi elettronici dei tre giovani. Il cadavere recuperato è quello di Luca Lombardini [VIDEO] ed è stato individuato in fondo a un crepaccio.

Luca era in gita insieme alla fidanzata Elisa ed al fratello Alessandro e, secondo una ricostruzione, i tre procedevano in cordata.

Anche i cadaveri di questi ultimi sono stati individuati ma non ancora recuperati, dato che nella zona si verifica una continua caduta di materiale che rende pericoloso l'intervento dei soccorritori e che ha momentaneamente obbligato la gendarmerie alla sospensione delle operazioni di recupero.

I tre alpinisti italiani non ce l'hanno fatta, recuperato il cadavere di uno dei giovani

Luca Lombardini, la fidanzata Elisa ed il fratello Alessandro, appassionati di montagna, erano in gita sul Monte Bianco per festeggiare il trentunesimo compleanno di Luca. Nella giornata del 7 agosto scorso i tre si erano apprestati alla scalata della Petite Aiguille Verte, facendo perdere le proprie tracce.

Il corpo senza vita di Luca è stato recuperato dai soccorritori in fondo a un canalone [VIDEO] e secondo le prime ricostruzioni è precipitato facendo un volo di circa quasi 300 metri.

A dare l'allarme erano stati familiari dei tre giovani, non avendo più notizie dei loro cari. Nei pressi di Chamonix il trio era stato avvistato per l'ultima volta nella mattinata di martedì. La zona del ritrovamento è molto pericolosa per i soccorritori, che hanno potuto effettuare il recupero del giovane solo attraverso l'utilizzo dell'elicottero e con il verricello, tagliando la corda con cui probabilmente era legato agli altri due compagni, i cui corpi sono stati individuati ma non ancora recuperati. La continua caduta di massi nella zona interessata ha obbligato i soccorritori a interrompere momentaneamente le operazioni di recupero.

Monte Bianco, la prima vittima recuperata è Luca Lombardini

Luca Lombardini ha compiuto 31 anni proprio nella giornata di martedì scorso, giorno in cui è stato dato l'allarme; grande appassionato di montagna, gestiva una autoscuola con la madre ad Orbassano. Oltre all'amore per la montagna, condiviso con la fidanzata Elisa e il fratello Alessandro, Luca era anche appassionato di bici e di motocross. Finanziere del soccorso alpino di Bardonecchia, aveva deciso di festeggiare il suo compleanno con la fidanzata e il fratello con una gita sul Monte Bianco. La salma di Luca è stata trasportata a Chamonix, dove è stato effettuato il riconoscimento ufficiale.