Una vera e propria tragedia, l'ennesima riguardante il decesso di una giovane persone a causa di un brutto male che l'ha colpita e che non gli ha lasciato scampo. Il dramma si è consumato nella provincia di Cuneo, precisamente nel piccolo comune di Melle, dove una donna di cinquantadue anni, Marinella Fulchero, è morta dopo aver combattuto la sua battaglia contro una grave polmonite che purtroppo non è riuscita a vincere. Secondo quanto riferiscono i media locali, in particolare il quotidiano La Stampa, infatti, la donna 'lottava' dallo scorso 2 agosto ma si è spenta qualche giorno fa all'interno dell'ospedale Santa Croce della città piemontese.

Pubblicità

Tragedia a Cuneo: muore a soli 52 anni per una polmonite

Stando a quanto si apprende dal quotidiano in questione, la donna era una panettiera del piccolo paese di Melle, titolare da più di venti anni del forno in via Tre martiri, e dunque molto conosciuta in zona. Mariella era considerata una donna molto generosa e in grado di compiere sempre gesti di generosità nei confronti degli altri. Nonostante i moltissimi tentativi da parte dei medici dell'azienda ospedaliera, però, per la cinquantaduenne non c'è stato proprio nulla da fare perché la sua polmonite si è rivelata fatale portandosela via nella notte di venerdì 11 gennaio.

La donna lascia sua madre Mariuccia, il marito Livio, la sorella Laura e i suoi due amati figli, Emanuela e Gianluca. La celebrazione dei funerali di Marinella Fulchero si è tenuta nella giornata di sabato 12 gennaio all'interno della parrocchia di Melle, alla presenza di diverse persone, tra parenti e amici, che sono accorse per darle un ultimo saluto e mostrare vicinanza alla famiglia.

Un caso simile a Frosinone: i familiari hanno chiesto il risarcimento

A seguito del suo tragico decesso, la sua attività tanto amata dovrebbe essere portata avanti dai familiari.

Pubblicità

Infatti, soltanto qualche anno fa la donna aveva parlato del suo mestiere, spiegando che il segreto dell'unicità del sapore del suo pane derivava dall'utilizzo di ingredienti genuini, a partire dall'acqua di Melle. Insomma, la donna era appassionata e innamorata del suo lavoro.

Il decesso di Marinella Fulchero, però, non è l'unico caso in cui una persona perde la vita a causa di una polmonite. Qualche giorno fa, infatti, nella provincia di Frosinone si è tornati a parlare del decesso per polmonite di una donna pensionata di settantatré anni, che risale al 2015, in quanto la famiglia ha deciso di chiedere il risarcimento dei danni all'Asl.