Stava mangiando una semplice banana per merenda, quando tutto ad un tratto si è verificato un drammatico imprevisto che potrebbe costare la vita ad una bambina di appena due anni e mezzo. Mentre la piccola di Civitavecchia stava mangiando, un pezzettino del frutto le è andato di traverso e, non riuscendo più a respirare, in pochi minuti è diventata cianotica.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, la bimba al momento della tragedia era in casa con i suoi genitori: sarebbe stato il padre a lanciare immediatamente l'allarme chiamando il 118.

Pubblicità
Pubblicità

La bambina è stata dapprima trasportata d'urgenza al Pronto Soccorso dell'ospedale San Paolo di Civitavecchia, quindi trasferita al Gemelli di Roma dove, attualmente, è ricoverata in coma farmacologico con prognosi riservata, essendo ancora in pericolo di vita.

Roma: mangia un pezzo di banana e soffoca, bimba in gravi condizioni

Nella tarda mattinata di ieri, la piccola di due anni e mezzo era a casa quando il padre le ha preparato il consueto spuntino a base di banana.

Pubblicità

Tutto ad un tratto, però, un boccone le è andato di traverso, provocandole un soffocamento. Allertato dal genitore, il personale sanitario dell'ambulanza si è precipitato in loco, e il medico che era a bordo del mezzo di soccorso è riuscito a rimuovere il frammento di banana che stava ostruendo le vie respiratorie della bimba. Quest'ultima è stata portata d'urgenza al nosocomio di Civitavecchia dove è giunta in arresto cardiaco: dopo essere stata rianimata, la giovane paziente è stata trasferita al Gemelli di Roma dove è stata sottoposta ad una lunga rianimazione cardiopolmonare.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

La famiglia continua a pregare per la bambina in fin di vita

Al momento la bambina è ricoverata in ipotermia terapeutica ed è in coma farmacologico nel reparto di terapia intensiva pediatrica del Gemelli ancora in prognosi riservata. Attorno alla piccola si sono stretti non solo i genitori, ma anche parenti e amici che continuano a sperare e a pregare affinché possa riprendersi al più presto. Inoltre, qualora dovesse riuscire a risvegliarsi, risultando così fuori pericolo, sarà necessario effettuare ulteriori analisi per capire se l'arresto cardiaco possa averle causato eventuali danni cerebrali.

La notizia ha colpito e commosso l'intera cittadina di Civitavecchia, che in queste ore si sta stringendo moralmente intorno alla famiglia per trasmettere sostegno e solidarietà.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto