E' una terribile tragedia quella che si è verificata nella notte tra venerdì 22 e sabato 23 marzo sulla strada provinciale che collega San Pietro Vernotico a Cellino San Marco, nel brindisino. Come si ricorderà, due auto, una Fiat Grande Punto, condotta da L.A di Tuturano (frazione di Brindisi), e una Chevrolet Cruze, condotta da un 72enne di Trepuzzi, sono entrate in collisione. Il dramma è cominciato quando la Punto ha colpito un muro di cinta di una proprietà privata, l'auto a questo punto ha invaso la carreggiata opposta, dove è stata colpita dalla Chevrolet in transito.

Pubblicità

Erano le 2:30. Sulla vettura che ha colpito il muretto viaggiavano 5 ragazzi giovanissimi, tre di loro non ce l'hanno fatta: si tratta di Sara Pierri, 18 anni di Tuturano, Davide Cazzato, 19 anni di Brindisi e Giulia Capone, la più piccola della comitiva, con i suoi 17 anni, residente a San Pietro Vernotico. La ragazza tuturanese alla guida della vettura, e un altro giovane di 21 anni, sono rimasti feriti, ma non sono in pericolo di vita. Oggi, domenica 24 marzo, le tre comunità in cui risiedevano i tre giovani morti si preparano a porgere loro l'estremo saluto.

Il dolore per delle vite spezzate troppo presto

Quella accaduta a San Pietro Vernotico è stata davvero una tragica fatalità. Ieri pomeriggio sono arrivati i risultati degli esami tossicologici effettuati sia sulla conducente della Grande Punto, che sul 72enne alla guida della Chevrolet: l'esito è stato negativo. Nessuno aveva bevuto quindi, o assunto sostanze stupefacenti. La dinamica del sinistro resta ancora tutta da chiarire. I ragazzi l'altra sera stavano tornando da una festa di compleanno, ma nessuno si aspettava che una serata spensierata potesse trasformarsi in un dramma cosi assurdo.

Pubblicità

Sara Pierri era molto conosciuta a Tuturano, frequentava l'istituto Morvillo Falcone nel Comune capoluogo, ed aveva tantissimi sogni nel cassetto, come ogni giovane alla sua età. La sua bacheca social è inondata di messaggi, tutti la conoscevano come una ragazza solare, dolce. Davide Cazzato invece era un ex calciatore del Brindisi, e la principale società calcistica della città ha voluto esprimere anche il suo cordoglio ai famigliari delle persone coinvolte in questo assurdo dramma. Cazzato ha giocato a Brindisi fino al 2017, poi aveva deciso di fare un'esperienza in Prima Categoria proprio con il San Pietro Vernotico.

Giulia Capone invece frequentava l'istituto Alberghiero, sempre nel comune capoluogo. Chi la conosceva la definisce come una ragazza dal sorriso ammaliante.

Esequie a Tuturano, San Pietro Vernotico e nel comune capoluogo

Questo pomeriggio, quindi, come detto in precedenza, si terranno i funerali delle sfortunate vittime di questo bruttissimo incidente stradale. Quelli di Sara Pierri saranno celebrati nella chiesa Santissima Addolorata di Tuturano alle ore 16:00, mentre quelli di Davide Cazzato si celebreranno nella parrocchia del rione Sant'Angelo a Brindisi alle ore 15:30.

Pubblicità

Anche quelli di Giulia Capone si terranno sempre alle 16:00, presso la parrocchia la Chiesa Madre. Ieri anche il primo cittadino di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo, ha voluto esprimere il suo cordoglio alle famiglie delle vittime, e di tutti quelli che sono stati coinvolti da questo assurdo dramma. Inoltre informiamo che durante le esequie dei deceduti a Tuturano e San Pietro Vernotico si osserverà il lutto cittadino.