Una sbandata improvvisa poi l’impatto con un’altra auto. Le due vetture ridotte ad un ammasso di lamiere fumanti, ieri mattina lungo la strada provinciale 108, che da Gonnesa conduce a Portoscuso. Uno dei conducenti, Pierpaolo Bartolini, 51 anni, guardia giurata di Iglesias, è morto dopo circa un’ora dal terribile incidente proprio al Pronto Soccorso dell’ospedale Sirai di Carbonia.

Pubblicità
Pubblicità

Forse a togliergli la vita un arresto cardiaco. La conducente dell’altra auto, una 25enne originaria di Portoscuso, ha invece riportato solo lievi ferite e se la caverà con qualche giorno di cure. Sul luogo dell’incidente sono arrivati i Carabinieri di Gonnesa, quelli del nucleo radiomobile della compagnia di Iglesias e un’ambulanza medicalizzata del 118 che ha immediatamente prestato i primi soccorsi. All’origine dell’incidente forse un malore della guardia giurata che – almeno secondo quanto ricostruito dagli investigatori – avrebbe perso il controllo del mezzo.

Lo scontro frontale è avvenuto lungo la statale 108.
Lo scontro frontale è avvenuto lungo la statale 108.

Per poi invadere la corsia opposta dove transitava l’auto guidata dalla 25enne. I rilievi sono stati affidati agli specialisti dei Carabinieri, che cercheranno di ricostruire la dinamica del sinistro che poi ha provocato la morte dell’uomo.

Un malore e poi l’impatto

Il tragico incidente stradale è accaduto ieri mattina sulla provinciale 108, che da Gonnesa poi conduce a Portoscuso, all’altezza del chilometro 9 e 800. Pierpaolo Bartolini, come faceva ogni mattina, a bordo della sua Fiat Bravo si stava recando al lavoro, alla Portovesme srl, dove svolgeva la mansione di guardia giurata.

Pubblicità

Improvvisamente però, per motivi che dovranno essere accertati dai Carabinieri, l’uomo ha perso il controllo della sua auto, proprio in un breve rettilineo e, dopo aver invaso la corsia opposta, si è scontrato frontalmente con una Fiat Panda guidata da una 25enne di Portoscuso. L’impatto, secondo quanto ricostruito dai Carabinieri di Gonnesa ed Iglesias, non è stato troppo violento. All’arrivo dell’ambulanza medicalizzata del 118 l’uomo era infatti cosciente e non sembrava fosse in gravi condizioni.

Immediatamente soccorso dai sanitari è stato immediatamente accompagnato al Pronto Soccorso dell’ospedale Sirai di Carbonia. I medici del nosocomio gli hanno prestato i primi soccorsi ma dopo circa un’ora – nonostante tutti i tentativi dei sanitari – il cuore dell’uomo ha cessato di battere, forse per un arresto cardiaco.

Indagini in corso

Ora i Carabinieri della stazione di Gonnesa e i colleghi del nucleo radiomobile di Iglesias stanno lavorando per ricostruire la dinamica dell’incidente.

Pubblicità

Bisognerà capire se l’uomo abbia avuto un malore all’interno dell’auto, mentre era alla guida, perdendo così il controllo del mezzo per poi scontrarsi con l’altra vettura, oppure se l’arresto cardiaco che poi l‘ha portato alla morte sia avvenuto in un momento successivo.

Leggi tutto