Una bruttissima tragedia si è verificata ieri, nella giornata di Ferragosto, a Ortona, in provincia di Chieti, dove due fratellini cinesi di 11 e 14 anni sono morti annegati a causa del mare mosso. I due, secondo quanto riferisce la stampa locale e nazionale, stavano facendo il bagno in località Foro, quando hanno deciso di avvicinarsi agli scogli. A quel punto un'onda improvvisa, e più grossa delle altre, gli avrebbe scagliati contro le rocce: per i due non c'è stato nulla da fare, in quanto sarebbero morti quasi subito.

Alla scena ha assistito il padre, che con coraggio si è tuffato in mare cercando di salvare la vita dei suoi figli: immediatamente sono accorsi anche i bagnini dello stabilimento balneare, che hanno tratto in salvo il padre. Dei due piccoli, però, non c'era traccia, infatti per le ricerche sono intervenuti i Vigili del Fuoco, unitamente al personale militare della Guardia Costiera. Sul posto anche i carabinieri della locale stazione, a cui è spettato il compito di ricostruire la dinamica dei fatti.

Tragedia in tarda mattinata

Secondo quanto riferisce la testata giornalistica locale online, Il Pescara, pare che il dramma si sia verificato nella tarda mattinata. Ieri, su tutta la costa adriatica, spirava un fortissimo vento di maestrale, che rendeva proibitiva la balneazione. Nonostante ciò, in molti hanno deciso lo stesso di fare il bagno e affrontare i marosi. I due bambini deceduti non erano dei turisti, infatti vivevano da diversi anni a Montesilvano, una località della provincia di Pescara.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Le operazioni di ricerca delle vittime sono state effettuate anche con l'ausilio di un elicottero. Solo nel pomeriggio, intorno alle ore 17:00, le autorità hanno comunicato alla famiglia che erano stati trovati i corpi dei due ragazzi senza vita. Il luogo del ritrovamento è situato nei pressi dello chalet "Punto Verde". I corpi esanimi dei due ragazzini giacevano a due, tre metri di profondità.

Indagini in corso

Sul caso indagano i Carabinieri, in maniera tale da ricostruire la dinamica su ciò che è successo ieri a Ortona.

Il padre ha tentato di salvare i figli, ma non è chiaro il motivo per cui non sia riuscito a raggiungerli: l'uomo, infatti, vista la situazione d'emergenza, potrebbe essere stato colto da un malore o dal panico, dovuto anche dalla situazione in cui si trovavano i suoi due figlioletti. Sicuramente nelle prossime ore ci saranno ulteriori aggiornamenti su questo triste episodio, che ha sconvolto la spiaggia di Ortona in un giorno che doveva essere, per tutti, di festa.

La notizia del decesso dei due ragazzini ha raggiunto in breve tempo anche la stessa Montesilvano, destando sconcerto tra gli abitanti del posto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto