Un bruttissimo fatto di sangue si è verificato nella notte tra lunedì 2 e martedì 3 agosto nella baraccopoli illegale sorta accanto al Cara di Borgo Mezzanone, nel foggiano, che si trova su una pista di un ex aeroporto. Secondo quanto riferisce la stampa locale, pare che un 27enne originario del Gambia sia stato accoltellato da un altro migrante, che al momento non è stato ancora identificato. Sul caso sta indagando la Polizia.

La vittima sarebbe stata ferita ma non sarebbe in pericolo di vita, e se la caverà con una prognosi di sette giorni. La baraccopoli al momento è in fase di smantellamento, e al momento accoglie circa 1.500 persone. Ricordiamo, questo per dovere di cronaca, che tale ghetto non ha nulla a che vedere con il vicino Cara, che, come dice l'acronimo, è un centro riconosciuto di accoglienza dei richiedenti asilo.

Diversi i casi simili negli ultimi mesi

Secondo quanto riferisce la testata giornalistica locale online, Foggia Today, negli ultimi mesi si sarebbero moltiplicati gli episodi di violenza all'interno del ghetto di Borgo Mezzanone. L'attenzione delle Forze dell'Ordine rimane davvero alta sulla zona in questione. Nel regolare centro d'accoglienza che sorge accanto al ghetto ci sono circa 60 persone, mentre tutti gli sfollati della Baraccopoli che rimangono senza un alloggio vengono trasferiti in alcuni moduli che sono messi a disposizione dalla stessa Regione Puglia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Da molto tempo il ghetto abusivo è al centro della cronaca, in quanto al suo interno si svolgerebbero anche le più disparate attività illegali, come ad esempio lo spaccio di sostanze stupefacenti. Non sono noti i motivi che l'altra sera hanno portato l'aggressore ad agire in maniera così sconsiderata nei confronti del cittadino gambiano.

Vittima colpita da una sola coltellata

Sempre secondo quando si apprende dai media locali, pare che il 27enne sia stato colpito da un solo fendente, e molto probabilmente sarebbe potuta andare peggio se l'aggressore avesse continuato a inferire su di lui.

Sul posto sono intervenuti immediatamente i sanitari del 118, che hanno trasportato il malcapitato in ospedale, ma anche gli stessi agenti della Polizia, che hanno provveduto ad effettuare i rilievi del caso, questo per capire come siano andati i fatti. Sicuramente nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni, si potranno conoscere ulteriori dettagli su questo spiacevole episodio, ben lungi ancora dall'essere chiarito del tutto.

Tantissimo lo spavento per la vittima, che, come già detto in apertura, se la caverà con una prognosi di una settimana. Borgo Mezzanone, sempre negli scorsi mesi, è finita sulle prime pagine dei giornali di tutto il Paese in quanto al suo interno sono andate a fuoco delle baracche, e purtroppo ci sono state anche delle vittime.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto