Un abruzzese rientrato da poco dalla Cina è stato ricoverato all'ospedale di Chieti dal pomeriggio di ieri a causa di sintomi sospetti. All'ospedale ovviamente è stato avviato il protocollo precauzionale Coronavirus previsto in questi casi, visto che l'uomo, rientrato dal continente asiatico, presentava sintomi come una leggera tosse e la febbre.

Si tratta di un uomo di 43 anni appena rientrato dalla Cina

Si tratta di un 43enne che risiede nella provincia di Chieti. L'uomo si è recato al pronto soccorso indossando una mascherina.

È rientrato dall'area di Guandong il 28 gennaio in buona Salute, ma nel pomeriggio di ieri, 7 febbraio, ha preferito recarsi spontaneamente in ospedale. Febbre che hanno anche i suoi familiari. L'uomo è stato prontamente trasferito nel reparto di malattie infettive, ovviamente in stato di isolamento. Il Servizio Tutela della Salute della Regione Abruzzo ha informato che il paziente è stato sottoposto agli esami clinici del caso e a tutti gli accertamenti necessari sulla base dei protocolli Coronavirus.

Il campione è già stato inviato al laboratorio di Pescara in modo da potere sapere in tempi brevissimi se si tratta di una semplice influenza stagionale oppure se si tratti di un caso di Coronavirus. Il primo esame ha stabilito che l'uomo è positivo al test dell'influenza stagionale, ma un altro campione biologico è stato inviato all'Istituto superiore dei sanità, come da prassi, e si attende il secondo responso per escludere definitivamente l'ipotesi di contagio.

L'uomo è in buone condizioni di salute

Al momento l'uomo è in buone condizioni di salute. Non ha nessun tipo di polmonite come hanno evidenziato le radiografie al torace e non ci sono nemmeno dei problemi alla respirazione.

Purtroppo come sta avvenendo spesso in questi casi, al diffondersi della notizia in ospedale la situazione è sfuggita di mano. In pochi istanti c'è stato un fuggi fuggi generale di tutte le persone che erano in attesa di usufruire del servizio del pronto soccorso.

La situazione è stata talmente particolare che la Regione Abruzzo ha dovuto persino diramare una nota nel corso della giornata per sottolineare che "il pronto soccorso dell'ospedale di Chieti non è chiuso e rimane come sempre operativo".

Test negativo per un giovane di Rieti

Risultato negativo arrivato, invece, per un giovane di Rieti che è rientrato da un viaggio di studio a Hong Kong. Come ha riferito una nota scritta dalla stessa Asl di Rieti "è risultato negativo il test sull'adolescente che aveva manifestato segnali parzialmente compatibili con l'infezione Coronavirus. Per la massima sicurezza della persona e dei suoi familiari è stato avviato il protocollo che ha previsto il trasferimento al centro Spallanzani.

Tutti gli esami clinici effettuati però hanno dato esito negativo.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!