L'ultimo bilancio dei casi di Coronavirus in Italia parla di 650 positivi e di 17 morti, ma anche di 45 pazienti completamente guariti. Sono i numeri forniti dal capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli. Per quanto riguarda gli ultimi tre decessi, si tratta di tre ultraottantenni che aveva già un quadro clinico delicato. I contagi sono avvenuti finora in dodici regioni italiane, ovvero Lombardia (403 casi), Veneto (111), Emilia-Romagna (97), Liguria (19), Lazio (3), Sicilia (4), Marche (3), Toscana (2), Campania (3), Piemonte (2), Trentino-Alto Agide (1 caso) ed Abruzzo (1 caso). L'Italia è diventato il terzo Paese al mondo per contagi da Coronavirus, secondo gli ultimi dati, dopo Cina (dove si trova Wuhan, la città da cui è partito il contagio) e Corea del Sud (dove si registrano ogni giorni nuovi contagi).

Beppe Sala ha chiesto la riapertura dei Musei a Milano

Nelle ultime ore si è molto parlato della situazione a Milano, dopo che la regione Lombardia ha deciso di chiudere (dopo avere emesso un'ordinanza) i bar e il locali pubblici dalle 18 alle 6 del mattino, per prevenire eventuali contagi del Coronavirus. Molti imprenditori hanno giudicato l'ordinanza troppo severa e hanno chiesto che venisse modificata, evidenziando danni concreti per le loro attività economiche. Le regione non ha cambiato registro, ma ha spiegato che a certe condizioni i locali sarebbero potuti tornare ai loro soliti orari di servizio. Beppe Sala, il sindaco di Milano, ha chiesto al ministro della Cultura Dario Franceschini che venissero riaperti i Musei.

Intanto, il governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana ha deciso di mettersi in auto-isolamento, dopo la notizia del contagio di una sua stretta collaboratrice. Sia Fontana che altri suoi collaboratori si sono sottoposti a test, finora tutti negativi.

Non sono stati trovati altri focolai in Italia

Al momento, non sono stati trovati altri focolai del virus oltre quello del lodigiano (dove si trova Codogno) e quello di Vò Euganeo, in Veneto. Ieri, però, si sono registrati i primi casi in Puglia (precisamente a Taranto, dove un uomo è tornato da Codogno) e in Abruzzo.

In Europa, però, sono stati accertati casi in Spagna, Svizzera, Austria, Croazia, Francia e Germania e sembrano tutti collegati con i contagi italiani.

Anche in Giappone si registrano nuovi casi di Coronavirus ed il premier Shinzo Abe ha deciso di chiudere tutte le scuole elementari e medie superiori del Paese a partire dal 2 marzo, per due settimane. Nel territorio nipponico si registrano circa 900 casi, compresi i 705 della nave da crociera Diamond Princess.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!