Dramma familiare ieri, domenica pomeriggio 17 maggio, a Chiesina Uzzanese, in provincia di Pistoia, dove un 68enne del posto ha ucciso suo fratello. La vittima aveva 56 anni. Il delitto sarebbe avvenuto al termine di una lite familiare, sotto gli occhi sconcertati della madre dei due uomini. Dalle prime indiscrezioni che giungono dalla Toscana, pare che il 68enne sia andato a trovare la madre, poi sarebbe scoppiata la discussione con il 56enne, accusato dal fratello di maltrattamenti contro la donna. Il fratello maggiore avrebbe quindi lasciato momentaneamente l'abitazione per poi tornare poco dopo con un coltello, con il quale avrebbe compiuto il misfatto.

Per il 56enne non c'è stato nulla da fare, in quanto erano troppo gravi le ferite riportate durante la colluttazione.

Soccorsi chiamati dai vicini

Il quotidiano La Nazione riferisce sulle sue pagine online che a chiamare i soccorsi sarebbero stati i vicini, allertati dalle urla dell'anziana. Sul luogo del fatto di cronaca sono intervenuti i sanitari del 118 con un'ambulanza della Croce Oro di Ponte Buggianese, pochi minuti sono arrivati i carabinieri.

I militari hanno proceduto subito a sentire i testimoni e si sono messi sulle tracce dell'assassino, il quale era riuscito a scappare presso il suo domicilio. Il 68enne, che non abita molto distante da casa della madre, sarebbe stato trovato in procinto di partire, in quanto pare avesse preparato le valige.

I carabinieri lo hanno quindi raggiunto arrestandolo.

Per la signora, che ha 90 anni, grande è stata la paura, in quanto il dramma è avvenuto sotto i suoi occhi. La notizia di quanto accaduto si è sparsa in breve tempo nella cittadina toscana, destando sgomento tra gli abitanti. Gli inquirenti hanno prontamente eseguito i rilievi del caso nell'abitazione.

Il 68enne sarà interrogato

L'omicida sarà interrogato a breve dall'autorità giudiziaria, che vuole vederci chiaro su quanto successo a Chiesina Uzzanese. Raramente in questo piccolo paesino di poco più di 4.000 abitanti fa capolino la Cronaca Nera. Il 68enne è stato trasferito in caserma a Pistoia ed è disposizione del sostituto procuratore Giuseppe Grieco.

Quanto successo nelle scorse ore in Toscana non è certo il primo episodio del genere che accade nel nostro Paese, dove ogni anno si consumano diverse tragedie simili a questa. Molto spesso tali drammi avvengono proprio tra le mure domestiche.

Nei prossimi giorni probabilmente si potranno conoscere ulteriori particolari su questo episodio, che ha sconvolto una tranquilla domenica pomeriggio. Si attendono quindi altri riscontri da parte dell'autorità giudiziaria.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!