Tragedia questa mattina 23 maggio in provincia di Roma, precisamente a Primavalle, in via Torrigio, dove una ex guardia giurata di 67 anni ha ucciso la moglie 63enne. Secondo quanto fanno sapere gli inquirenti, il figlio della coppia, un 44enne, è rimasto gravemente ferito e adesso lotta tra la vita e la morte in ospedale. I due si erano separati da poco e questa mattina madre e figlio si erano recati presso l'abitazione dove risiedeva il 67enne per prelevare alcuni effetti personali. Il dramma si è verificato poco dopo, quando tra la donna e l'uomo è scoppiata l'ennesima lite. La dinamica del delitto è al vaglio degli inquirenti, che stanno cercando di capire che cosa sia effettivamente successo.

La dinamica dell'omicidio a Primavalle

Secondo le prime informazioni che giungono dal Lazio, pare che l'omicida abbia prima puntato un coltello contro la 63enne, ferendola. Poi avrebbe preso una pistola e avrebbe sparato contro di lei. Nel frattempo il figlio 44enne è intervenuto, cercando di disarmare il padre, ma improvvisamente quest'ultimo ha reagito sparando anche contro di lui. Subito dopo il 67enne ha rivolto l'arma da fuoco contro se stesso e si è tolto la vita. Sul luogo del fatto di cronaca sono intervenuti subito i soccorsi, che hanno trasportato i tre presso il più vicino ospedale. Le condizioni della donna erano già abbastanza gravi e infatti quest'ultima è arrivata già morta al Policlinico Gemelli.

Il marito, che era pensionato, è morto invece poco dopo. Il figlio della coppia è ancora vivo e si trova in prognosi riservata. La notizia di quanto accaduto si è sparsa immediatamente nella cittadina laziale, destando sgomento tra gli abitanti. Sarebbero stati proprio gli abitanti del posto a segnalare numerosi spari nelle prime ore di questa mattina.

Le vittime avevano divorziato

Come già detto in apertura, pare che i due si fossero separati e per questo stamane la donna sarebbe tornata, accompagnata dal figlio, nella casa dove abitava con l'ex guardia giurata per prendere alcuni effetti personali. Secondo quanto riferiscono gli inquirenti la coppia stava attraversando un periodo difficile, che oggi è degenerato nel drammatico femminicidio.

Probabilmente su questa vicenda si conosceranno ulteriori dettagli nelle prossime ore, intanto le indagini degli agenti del commissariato di Polizia di Primavalle proseguono.

I militari hanno già effettuato i rilievi del caso sul luogo del delitto per raccogliere elementi utili per gli investigatori. Si tratta del secondo delitto nel giro di 24 ore: a Cuneo un'altra donna di 44 anni, Mihaela Apostolides, è stata uccisa brutalmente mentre si trovava dentro un'automobile e per quest'ultimo episodio è finito in carcere un 42enne.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!