Una donna 55enne di nazionalità russa ha perso la vita in mare sul tratto di spiaggia libera di Sottomonte a Pesaro nella giornata di domenica 26 luglio. Secondo quanto scrivono i media locali la vittima sarebbe morta annegata a causa di una congestione. La signora si trovava in spiaggia insieme al marito e al figlio e stava trascorrendo una giornata al mare. Intorno alle ore 17 però è scattato l'allarme, in quanto i famigliari non hanno più visto tornare a riva la donna. Il suo corpo, dopo poco tempo, è stato visto galleggiare in acqua.

Soccorsi immediati da parte di un bagnino

In mare si è tuffato subito un bagnino in servizio sul litorale in cui si è verificato il dramma, seguito dai famigliari.

La donna è stata riportata a riva, ma per lei ormai non c'era più niente da fare. Sul posto è giunta un'ambulanza del 118. I sanitari hanno provato in tutti i modi a rianimarla, ma ogni sforzo è stato vano. A questo punto ai medici non è restato altro che constatare il decesso della 55enne.

Dell'accaduto è stata avvisata anche la Capitaneria di Porto (impegnata nell'operazione denominata "Mare Sicuro") che con i suoi uomini ha raggiunto la spiaggia libera di Sottomonte per eseguire tutti i rilievi del caso. La tragedia si è verificata in corrispondenza del sottopasso numero 2. Come già detto in apertura, ad uccidere la signora sarebbe stata una congestione. Sul caso comunque verranno eseguite ulteriori indagini da parte degli inquirenti.

Secondo quanto riferisce la testata giornalistica Leggo sulle sue pagine online, questo è il primo annegamento che si verifica nel corso di questa estate nel territorio di Pesaro. Non è escluso che nelle prossime ore possano conoscersi ulteriori particolari sulla vicenda.

La 55enne era madre di tre figli

Il giornale locale Centro Pagina informa che la donna annegata a Sottomonte era madre di tre figli. Diversi anni fa si era trasferita a Pesaro, dove viveva insieme ai suoi famigliari.

Quanto accaduto nelle Marche non è il primo episodio del genere che si verifica nel nostro Paese.

Sempre domenica 26 luglio una bambina di 11 anni è morta annegata in una piscina di una struttura turistica ad Ercolano (Napoli). La piccola stava facendo il bagno con alcune amichette, quando all'improvviso non ha dato più alcun cenno di vita. Il bagnino in servizio presso l'impianto natatorio è intervenuto tempestivamente, ma per la vittima non c'era più nulla da fare. Anche su quest'ultimo episodio sono in corso i relativi accertamenti da parte degli inquirenti. Sul corpo della bambina è stata disposta adesso un'autopsia, mentre la piscina è stata posta sotto sequestro.

Segui la nostra pagina Facebook!