Per viaggiare in auto le regole fissate per evitare la diffusione del Covid valgono ancora. Il rischio è che, nelle ultime settimane, in molti se ne siano dimenticati. Potrebbe essere accaduto questo ad alcuni ragazzi che, nei giorni scorsi, si sono visti comminare una pesante sanzione per non aver rispettato le normative vigenti, finalizzate al contenimento dell'infezione da Coronavirus. Una dimenticanza che potrebbe anche essere il frutto di quel clima di rilassatezza che, secondo ad esempio l'infettivologo Massimo Galli, sarebbe stato favorito dai messaggi veicolati rispetto ad un presunto virus indebolito.

Tesi che, dal suo punto di vista, lo scienziato ha inteso non condividere affatto.

Sanzioni per regole non rispettate in auto

L'avvicinarsi del weekend e del mese di agosto, in questo 2020, potrebbero corrispondere ad un grande aumento di flussi di persone che si spostano per mezzo della loro auto. Si tratta, tra l'altro, di un mezzo di trasporto persino consigliato dagli esperti rispetto ad altri che prevedono la presenza di tante persone in uno stesso e ristretto ambiente. Sarebbe, però, opportuno evitare di trovarsi nella spiacevole situazione di violare le regole anti-Covid. E' successo a cinque ragazzi vicino a Reggio Emilia che, nei giorni scorsi, non hanno rispettato nessuna delle regole vigenti.

I Carabinieri di Campagnola e di Novellara, oltre a constatare il fatto che l'autista fosse positivo all'alcoltest, hanno sanzionato i giovani per le violazioni relative alle norme anti-contagio. Nessuno dei cinque occupanti indossava la mascherina e il numero degli occupanti del veicolo non permetteva il mantenimento del distanziamento sociale.

Per tutti e cinque è scattata la sanzione amministrativa di 533 euro. L'importo complessivo delle ammende comminate dalle forze dell'ordine è stato, perciò, di 2666 euro.

Viaggiare in auto: diverse regole da rispettare

La situazione dei contagi, in Italia, non è ovviamente quella di marzo ed aprile. Tuttavia, non è stato diramato alcun provvedimento che abbia variato le norme in vigore e finalizzate al contenimento dell'epidemia.

Il discorso vale anche quando si viaggia in auto con persone non conviventi. E' obbligatorio indossare la mascherina e, in un'auto a cinque posti, si può viaggiare al massimo in tre. Nel caso in cui si fosse in due e non si fosse conviventi il passeggero dovrà sedersi dal lato opposto e sul divanetto posteriore. Qualora, invece, si fosse in tre, i due passeggeri potranno sedersi nei posti marginali delle sedute posteriori. L'obiettivo resta quello di limitare al massimo le possibili occasioni di contagio.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!