Nella giornata di domenica 9 agosto si sono verificati 22 nuovi casi, mentre martedì 11 il numero dei positivi si è fermato a 23. Numeri non preoccupanti, ma che non vanno sottovalutati. Lo sa bene il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che continua a predicare prudenza ai cittadini. Secondo quanto riferisce il quotidiano Il Mattino, infatti, contemporaneamente alla crescita dei contagi, anche la fascia di età più colpita si sarebbe abbassata, andando a coinvolgere un numero maggiore di adolescenti o giovani. Dall'inizio della pandemia il numero dei positivi è di 5.114, su un totale di 351.505 tamponi effettuati.

Coronavirus: la Campania registra un aumento di casi, +23 martedì 11 agosto

Ad aumentare in Campania non sono soltanto i positivi al Coronavirus, ma anche le persone ricoverate con sintomi (+5 rispetto al 10 agosto, per un totale di 34 degenti). Fortunatamente, però, rimane soltanto una persona ancora ricoverata in terapia intensiva. Incremento anche per quanto riguarda le persone che si trovano attualmente in isolamento domiciliare: sei in più rispetto al giorno prima per un totale di 363 casi. Allo stesso tempo si registrano 18 persone guarite, ma purtroppo anche un nuovo morto. Sono 440 i decessi che si sono verificati da quando il coronavirus è giunto in Campania. Gli attualmente positivi sono, invece, 398.

Il presidente De Luca firma l'ordinanza: obbligo di tamponi a chi viene dall'estero

Un altro dato di cui sta tenendo conto il governatore campano, Vincenzo De Luca, è l'aumento dei contagi dopo il rientro da zone di vacanza all'estero. Proprio per questa ragione, nella serata di martedì 11 agosto, è stata firmata l'ordinanza n.

67 che prevede l'obbligatorietà dei tamponi e dei test sierologici da sottoporre a coloro i quali rientrano in regione dopo aver soggiornato fuori dall'Italia. Presso la Asl Napoli 1 centro è già stato attivato un indirizzo di posta elettronica (dichiarazione.viaggiatore@aslnapoli1centro.it) attraverso il quale i soggetti interessati dovranno informare e richiedere l'effettuazione del test per il coronavirus.

L'ordinanza in Campania: Sant'Antonio Abate dichiarata zona rossa

Con la stessa ordinanza viene dichiarata zona rossa Sant'Antonio Abate, dove si è registrato un focolaio ed è stata disposta la chiusura delle strutture La Sonrisa e Hotel Villa Palmentiello fino al 25 agosto con l'obbligo di disinfezione e di sanificazione. De Luca ha concluso spiegando che è indispensabile avere il massimo rigore per spegnere subito ogni focolaio di contagio, e che occorre chiamare a rispondere chi ignora le regole di sicurezza.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!