“Auguro a tutti i malati di Covid di uscirne al più presto in breve tempo”. Flavio Briatore ha raccontato, attraverso un video pubblicato sul profilo Instagram, la sua esperienza dopo che è stato dichiarato positivo al coronavirus. L’imprenditore ha spiegato di aver sofferto di più quando lo scorso anno è finito in ospedale per una brutta polmonite. “Non voglio minimizzare la malattia, ma anche in quel caso sono stato al San Raffaele e sono stato malissimo mentre quello che ho vissuto in questi 24 giorni non ha nulla di paragonabile” - ha aggiunto l’ex direttore tecnico della Benetton che ha riferito di essere stato quattro giorni nel nosocomio milanese dopo aver contratto la Covid 19 prima di essere trasferito a casa di Daniela Santanchè.

“Non voglio banalizzare ma ho capito che ora questo virus può essere sconfitto e non bisogna alimentare le fobie e l’isteria psicologica collettiva che porterebbe alla distruzione sociale” - ha aggiunto Briatore precisando che non serve fare la caccia all’untore: “Bisogna restare razionali”.

Briatore: 'Non voglio banalizzare ma questo virus può essere sconfitto'

Nel corso del suo intervento social Flavio Briatore ha ringraziato i medici dell’ospedale San Raffaele evidenziando la competenza di medici e infermieri. “Hanno agito con una strategia chiara di fronte ad un nemico sconosciuto” - ha aggiunto l’imprenditore che ha invitato i suoi follower a seguire i consigli dei medici e di chi ha maturato esperienza curando altre persone risultate positive al Coronavirus .

“Questi dottori hanno intubato malati e visto soffrire le persone” - ha affermato il settantenne che ha piazzato una stoccata nei confronti dei medici che vanno in televisione. “Finiscono soltanto per creare polemiche inutili. Noi abbiamo bisogno di persone vere”. In relazione alla sua degenza Briatore ha precisato di essere stato male due giorni.

Per il resto molto meno di una polmonite”.

'L'Italia è un Paese di rancorosi, per qualcuno ero già morto'

Il patron del Billionaire ha ringraziato Daniela Santanché per il supporto e per l’ospitalità. “L’hanno criticata su tutto. In Italia c’è un altro problema grave quanto il coronavirus” - ha aggiunto Flavio Briatore facendo riferimento agli insulti ed ai messaggi macabri ricevuti in queste settimane.

“Siamo un Paese di rancorosi, gelosi e invidiosi. Per qualcuno ero già morto ed altri gioivano perché stavo male. Io non augurerei mai il male ma evidentemente c’è qualcuno che si diverte quando le persone hanno problemi” - ha sottolineato polemicamente l’imprenditore che ha ringraziato i fan che l’hanno sostenuto dopo che è emersa la positività al Covid 19.

“Ora dobbiamo rimboccarci le maniche per non rischiare di morire di fame. Seguiamo le regole, mettiamo la mascherina e rispettiamo il distanziamento ma dobbiamo riprendere a produrre” - ha chiosato Briatore sostenendo che la Protezione Civile dovrebbe diramare i numeri relativi al contagio “una volta a settimana”.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!