Aggredito per aver cercato di fermare un giovane intento a picchiare la fidanzata. il 14 settembre un anziano è stato violentemente picchiato a Vicenza, nel piazzale del mercato ortofrutticolo. È bastato che il 73enne si avvicinasse alla coppia, proprio mentre il ragazzo teneva la sua compagna per il collo, per scatenare la violenza. Infatti il giovane, un 25enne senza fissa dimora, si è scagliato contro l’uomo, sferrandogli prima un pugno in faccia, che ha fatto cadere a terra la vittima, e poi prendendolo a calci alla testa, sul viso e sul corpo. Subito dopo si è allontanato da quel luogo in bicicletta, seguito dalla sua ragazza.

Tuttavia una testimone, richiamata dalle urla in strada, ha ripreso le scene del pestaggio dell’anziano con il cellulare dalla finestra di casa sua: quelle immagini sono state utilizzate dagli agenti per identificare il responsabile, arrestato poco dopo con l’accusa di lesioni aggravate. Nel corso delle ore quei fotogrammi sono diventati virali sui social e hanno scatenato grandi polemiche in città.

L’arresto del responsabile dell’aggressione all’anziano

Immediatamente è scattata la macchina dei soccorsi nei confronti dell’anziano, rimasto a terra dolorante dopo l’aggressione. Verso le 17:30 sono arrivate sul posto un’ambulanza e alcune pattuglie delle volanti. I poliziotti, visionando il filmato della colluttazione, hanno subito identificato il giovane e lo hanno fermato pochi minuti dopo nelle vicinanze: si tratta di un cittadino italiano, ma originario dell’Ungheria, già noto alle forze dell’ordine per i suoi problemi di tossicodipendenza e con alcuni precedenti penali, per reati come resistenza, minacce e spaccio.

Inoltre si è scoperto che qualche ora prima il ragazzo era stato denunciato dalla polizia ferroviaria per aver aggredito in treno un carabiniere fuori servizio.

L’anziano è stato portato in ospedale

L’anziano è stato accompagnato in ambulanza all'ospedale San Bortolo di Vicenza, dove è stato ricoverato con una frattura al femore, ecchimosi varie e sospette lesioni al capo, per una prognosi di 35 giorni.

Gli accertamenti attualmente in corso potrebbero evidenziare ulteriori gravi traumi alla testa per il paziente. Nel caso le condizioni di salute del 73enne dovessero peggiorare, la posizione dell’aggressore, che è finito in carcere, potrebbe ulteriormente aggravarsi.

Le reazioni dopo l’aggressione all’anziano

In seguito alla diffusione del filmato sull’aggressione sono fioccate le reazioni e le polemiche sulla sicurezza in quella zona del quartiere Mercato Nuovo di Vicenza, da tempo segnalato come ritrovo di sbandati, spacciatori e tossicodipendenti. Il sindaco della città, Francesco Rucco, ha condannato l’episodio, esprimendo solidarietà all’anziano e complimentandosi con la polizia per l’arresto del responsabile. Tante anche le discussioni sui social network, dopo che il video delle violenze è stato rilanciato dal comitato “Vicenza ai vicentini”. Nelle ultime ore c’è anche chi minaccia di ricorrere alla “giustizia fai da te” qualora il 25enne autore del pestaggio fosse rilasciato dalle autorità.

Segui la nostra pagina Facebook!