Il 26 ottobre Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo in provincia di Trapani il primo settembre del 2004, avrebbe festeggiato il suo ventesimo compleanno. Per ricordare questa ricorrenza, suo padre ha scritto una lettera per lei che termina con questa frase: "Ti aspetterò ogni minuto della mia esistenza! Ritorna da papà, mia dolce rondinella!".

La scomparsa di Denise Pipitone

Della bambina non si hanno più tracce da quel drammatico giorno di fine estate, quando si allontanò dalla propria abitazione, mentre era intenta a giocare con i suoi cugini. Aveva quattro anni all'epoca e allo stato attuale, i suoi genitori stanno cominciando a perdere ogni speranza di ritrovarla ancora sana e salva.

Denise non porta lo stesso cognome del padre, Piero Pulizzi, poiché, nata da una relazione extraconiugale, prese quello dell'ex marito della madre, Piera Maggio. Ora il suo papà naturale ha racchiuso tutto l'affetto che nutre nei suoi confronti in una lettera che si apre così: "Quando ero più spensierato mi piaceva scrivere". L'uomo ha raccontato che prima della scomparsa di Denise, lo faceva di sovente, rileggendo poi tutti i suoi pensieri in un secondo momento. Oggi, in particolare, avrebbe voluto dire di persona a sua figlia, ormai adulta: "Auguri Denise, ti voglio un mondo di bene", abbracciando la sua espressione del momento. In questa occasione, Pulizzi ha dichiarato di non riuscire a far finta che nulla sia accaduto, calpestando la "disperazione" della mancanza della sua Denise.

Lui e Piera Maggio sostengono di aver davvero voluto quella bambina ed in questo giorno non hanno potuto fare a meno di pensare a lei, così come han fatto anche tutte le persone che volevano bene alla loro piccola.

Le indagini sul caso della bambina sparita nel nulla

Gli inquirenti concentrarono le loro ricerche nell'ambito famigliare, in quanto pare che la sorellastra di Denise Pipitone, Jessica e l'ex moglie di Piero Pulizzi non vedessero di buon occhio la nuova famiglia che l'uomo si stava creando.

La figlia maggiore di Pulizzi ha affrontato un processo per sequestro di persona, ma è stata assolta tre anni fa per mancanza di prove. Poco dopo la scomparsa della bambina, fu sua madre stessa a mettere immediatamente gli investigatori sulla pista famigliare, dichiarando che la figlia non si fidava facilmente degli sconosciuti e per questo, non sarebbe mai andata via con uno di loro.

I genitori della piccola stanno continuando tutt'oggi le ricerche e anche la trasmissione 'Chi l'ha visto' si è interessata più volte al caso di Denise, ma finora nessuna delle testimonianze raccolte è riuscita a regalare un barlume di speranza a Piero Pulizzi e Piera Maggio. O meglio, qualche segnalazione c'è stata da parte dei telespettatori del programma, ma nessuno di loro pare avesse avvistato realmente Denise Pipitone.

Segui la nostra pagina Facebook!