Si chiama Pistacchio, in onore del suo bel manto verde ed è un cucciolo di labrador nato lo scorso venerdì in un’azienda agricola in località “Palu ‘e Carru”, nelle campagne di Oschiri, un piccolo paesino in provincia di Sassari, in Sardegna.

I proprietari dell’azienda, Giannangelo Liperi e Cristian Mallocci, entrambi originari di Pattada, sono rimasti di stucco quando hanno visto il cucciolo, diverso dagli altri quattro fratellini appena partoriti dalla mamma Labrador. I due agricoltori sapevano che il loro cane dovesse partorire e, quando uno dei due è andato a vedere a che punto fosse la cagnetta, ha avuto la sorpresa.

Uno dei cuccioli aveva infatti il pelo completamente verde, diverso da quello degli altri fratellini. A quel punto l'allevatore ha pensato che il cane avesse partorito sull’erba. E proprio per questo il cucciolo avesse preso quel colore. Ma così non era. Una curiosità davvero particolare che è andato subito a raccontare al suo socio, Giannangelo Liperi, in quel momento impegnato in altre faccende all’interno dell’azienda agricola.

L'uomo infatti ha raccontato al socio, sorridendo, di avere un cane "alieno" nella loro azienda. A quel punto Giannangelo Liperi, stupito, è voluto andare a vedere di persona il cucciolo di Labrador appena nato e anche lui inizialmente si è posto la stessa domanda. E cioè che probabilmente il cucciolo fosse nato sull'erba.

Dopo diverse ipotesi i due si sono documentati su internet, scoprendo che l’evento è raro ma sarebbe del tutto naturale, come assicurano gli esperti.

La spiegazione scientifica

Soprattutto nei Labrador, una razza di cane molto diffusa, si verificano queste tipologie di nascite, assicurano gli eperti. La spiegazione scientifica è semplce: la causa del colore, infatti, è la “bileverdina”.

Una sostanza che, durante il parto, si unisce al liquido amniotico della madre proprio nel momento in cui da alla luce i suoi cuccioli. Tra l’altro sembrerebbe che questo tipo si sostanza colorante venga assunta dal cucciolo di cane più debole, come appunto Pistacchio, che però sta benissimo. Per i due allevatori chiamarlo Pistacchio è stato quasi automatico, chiaramente in onore del suo colore.

Il cucciolo fortunatamente sta crescendo a vista d’occhio e ora sta benissimo. Tra l'altro è diventato la mascotte dell'azienda e ha attirato l’attenzione dei figli dei due allevatori che non vedono l’ora di vederlo. Pistacchio non è l’unico caso di Labrador nato color verde. Da poco, in Scozia, un Golden Retriever ha dato alla luce nove cuccioli. Uno di loro era verde. Un colore che però durante la crescita andrà scomparendo. Dopo un breve periodo infatti il pigmento biliare di colore verde farà la sua scomparsa. E Pistacchio, come i suoi fratellini, ritornerà ad essere un Labrador con il classico color miele.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!