Bianca Colaianni, la mamma di Mauro Romano, potrà incontrare lo sceicco 52enne Mohammed Al Habtoor. A confermarlo alla stampa è il legale della famiglia salentina, l'avvocato Antonio Maria La Scala. Mauro Romano scomparve all'età di sei anni da Racale (in provincia di Lecce) nel giugno del 1977. Bianca Colaianni sostiene che lo sceicco che vive a Dubai possa essere suo figlio. L'emiro, però, non intenderebbe sottoporsi al test del Dna. Del caso di cronaca nera, in questi anni, se n'è occupata la trasmissione di Rai 3 "Chi l'ha visto?".

La mamma di Mauro Romano potrà incontrare lo sceicco

Nelle scorse settimane i riflettori mediatici si sono riaccesi sul caso di Mauro Romano e la madre del bimbo scomparso 44 anni fa ha nuovamente chiesto d'incontrare lo sceicco Mohammed Al Habtoor, anche solo per poterlo guardare negli occhi. Ora, da quanto si apprende, quell'incontro tanto atteso potrebbe presto diventare realtà. Il legale della famiglia Romano, precisando che al momento non c'è una data e neppure un luogo, ha dichiarato che l'emiro potrebbe incontrare la famiglia Romano in modalità virtuale. L'avvocato ha poi continuato spiegando che si sta lavorando con degli intermediari per rendere possibile il confronto.

La Scala ha poi aggiunto: "Occorre tranquillizzare gli animi visto il clamore mediatico, non voluto da noi, che ultimamente ha arroventato il clima".

Poi ha concluso: "Sarà un incontro riservato e silenzioso. L'importante è che mamma Bianca e papà Natale, i genitori di Mauro, sappiano quello che devono sapere".

La somiglianza di Mauro con lo sceicco

L'emiro, nonostante abbia accettato di vedere i Romano, recentemente ha ribadito che non intende sottoporsi ad alcun test del Dna.

"L'imprenditore - ha sottolineato l'avvocato La Scala - avrebbe voluto un po' più silenzio e ha perfettamente ragione, ma c'è una madre che ha visto dei segni di riconoscimento e che legittimamente avrebbe voluto sapere se era lui o meno".

Bianca Colaianni è "arrivata" allo sceicco Mohammed Habtoor, figlio del magnate Khalaf Al Habtoor, quasi casualmente.

Diversi anni fa, sfogliando una rivista, ha visto una foto dell'emiro e in lui ha trovato qualcosa che gli ricordava il suo Mauro. Così, cercando altre immagini dell'uomo, ha notato che l'imprenditore arabo ha, proprio come il figlio, una cicatrice sul sopracciglio sinistro e una sulla mano destra.

Mauro Romano, come riporta la scheda preparata da "Chi l'ha visto?" è scomparso da Racale nel tardo pomeriggio del 21 giugno 1977, mentre giocava a nascondino fuori dall'abitazione dei nonni materni ai quali era stato affidato, insieme ai fratelli, per qualche giorno. Le ricerche del ragazzino iniziarono subito e, nel corso degli anni, sono state seguite le piste più disparate. Tuttavia non si è mai arrivati a nulla e qualche settimana f, la procura di Lecce ha chiesto l'archiviazione per Vittorio Romanelli, l'ex barbiere salentino unico indagato, sempre nell'ambito dell'inchiesta sul caso del piccolo, per sequestro di persona.

Secondo quanto ricostruito dalla memoria difensiva, gli elementi a carico dell'uomo sarebbero troppo deboli.