Con l'arrivo dell'estate si ha voglia di sperimentare anche in cucina. Sono diversi i metodi di cottura a nostra disposizione: moltiprobabilmente già li conoscete, ma ci sonodei piccoli accorgimenti che probabilmente avete sottovalutato. E'importantevalutare il fondo di una padella antiaderente, la forma di una griglia o di una piastra o una piccola scottatura prima del bollito.

Ma vediamo nel dettaglio come fare

Fritture: si può friggere il cibo e godere comunque di una dieta povera di grassi. Come? Una padella antiaderente di buona qualità sicuramente è l'ideale, ma non abbastanza, perché in questo caso quello di cui si deve tenere particolarmente conto è che la padella dovrebbe avere una base pesante per adempiere al meglio al suo scopo.

In secondo luogo bisogna ricordare che in commercio ci sono spray da cucina a base di olio vegetale che, usati come fondo dei nostri soffritti, potrebbero evitarci di ricorrere ad abbondanti quantità di olio per la frittura.

Cartoccio:questo è forse uno dei metodi più conosciuti (e facili) usati in cucina per i pasti leggeri, ma gustosi. Una forma di cottura a vapore dove il cibo, prima avvolto in un saccoccio di carta forno o pellicola con all'interno del liquido che può essere brodo, vino o succo di limone, viene poi lasciato cuocere all'interno del forno.

Evitate il ricorso a grassi saturi per la composizione del brodino e arricchite il tutto con spezie e aromi adatti. Il risultato sarà ottimo.

Grigliate:per evitare che il cibo assorba il grasso durante la cottura è consigliabile usare una griglia increspata o forata, in modo tale da permettere al grasso di gocciolare via durante la cottura.

Inoltre, marinare il cibo prima di cuocerlo aggiunge sapore e aiuta a intenerire ed inumidire la carne senza dover ricorrere all’uso abbondante di olio o grassi durante la fase di cottura.

Stufati e brasati:con questi due metodi il cibo viene cucinato lentamente in una piccola quantità di liquido aromatizzato, come ad esempio brodo o vino, in un vaso sigillato o all’interno di una casseruola.

Entrambi sono metodi di cottura lenta, che producono pasti succulenti e teneri. Se volete aggiungere ulteriore sapore, carne e pollame possono essere leggermente scottati prima di essere immessi nella casseruola.

Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!