Ogni festa riserva prelibatezze culinarie ai più golosi. Una di queste feste è il Carnevale, e anche in questa occasione cuochi e persone che amano cucinare si cimentano nella preparazione di piatti tipici della tradizione italiana. Tra i dolci realizzati durante l'evento sopra accennato vi sono quelli solitamente chiamati chiacchiere, ma in realtà assumono diverse definizioni a seconda della regione italiana in cui vengono prodotte. Per esempio, bugie in Piemonte e donzelle in Toscana.

Gli ingredienti per preparare le chiacchiere

Per quanto riguarda gli ingredienti da utilizzare per preparare le note chiacchiere, in particolare per far si che nel vassoio i commensali possano trovarne un centinaio, eccone un elenco:

  • Almeno 500 grammi di farina.
  • 130 grammi di latte.
  • 50 grammi di burro sciolto.
  • Almeno 50 grammi di zucchero a velo.
  • 20 grammi di vino bianco secco
  • 20 grammi di grappa.
  • 2 uova
  • Olio di arachidi
  • Un limone
  • Sale

Ottenere questo dolce fritto nella dose indicata potrebbe richiedere alcune ore di preparazione.

I passi da compiere per realizzare il piatto

La prima cosa da fare per ottenere alla fine le chiacchiere è adagiare la farina sul piano di lavoro che di solito utilizzate. Va quindi creata una piccola montagna che dovrà essere allargata per inserirci i tuorli delle due uova e lo zucchero a velo.

Mentre al centro si inizia a mischiare con le dita, in questa fase andranno aggiunti il burro che avevamo sciolto in precedenza. Sempre continuando a mescolare è il momento di introdurre anche la parte alcolica, ovvero il vino bianco, rigorosamente secco, e la grappa.

A questo punto, al contenuto in corso di preparazione dovrà darsi un tocco di acidità e profumo per mezzo di un limone. Di quest'ultimo, però, dovrà utilizzarsi la metà e soltanto la scorza grattugiata.

Il riempimento della nostra montagnola di farina sarà completato quando si aggiungeranno anche mezzo cucchiaio di sale e la quantità di latte indicata nella lista degli ingredienti.

Da questo istante la farina dovrà essere unita al centro e lavorata fino ad ottenere un impasto liscio e senza grumi. Una volta raggiunto questo step, indicativamente bastano 10 minuti, bisognerà ricoprire il tutto con una pellicola e riporlo in frigo per circa 2 ore.

Trascorso il tempo, si ricomincerà staccando un pezzo alla volta del nostro impasto, mentre il resto resterà nella pellicola per evitare che si secchi. Si proseguirà quindi infarinando e stendendo il primo pezzo con un mattarello o con l'apposita macchina, importante che alla fine lo spessore della sfoglia sia di 1 millimetro.

Una volta ottenute tutte le sfoglie, con una ruota dentellata andranno rifiniti prima i bordi e poi realizzati dei rettangoli. La misura di questi dovrebbe essere di circa 9 centimetri di lunghezza e 6 di larghezza. Infine, per chi volesse attenersi molto alla tradizione, al centro andrà applicato un taglio di circa 3 centimetri.

Per quanto riguarda la cottura dei dolci appena ultimati, il passo finale è scaldare l'olio in una casseruola fino al punto in cui si vede che frigge, oppure con un termometro da cucina si può controllare se ha raggiunto la temperatura di 160 gradi. A quel punto, dopo aver fritto per 30 secondi ogni lato di ciascun rettangolo, le nostre chiacchiere potranno essere servite accompagnate da una spolverata di zucchero a velo.

Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!