"Mangiare sano per vivere meglio", questo è uno dei principali vezzi dell'uomo moderno. Per difendere la salute e continuare a cibarsi con gusto e secondo tradizione, ritornano sempre più spesso sulle tavole i piatti tipici e più conosciuti dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Si tratta di pietanze semplici, a volte speziate o semplicemente molto saporite, preparati con alimenti naturali e genuini.

I protagonisti di queste Ricette sono i cosiddetti "cibi poveri" come cereali, legumi verdure e olio di oliva. Tra le proposte ci sono anche tante paste asciutte, zuppe di legumi, torte di verdura, pizze, focacce, ma anche le verdure farcite o alla griglia e frutti di ogni genere.

Ma soprattutto è impossibile dimenticare il mare, che per tanto tempo ha rappresentato una fonte unica di vita. A tal proposito ricordiamo i piatti marinari come le zuppe e i brodetti di pesce, da servire per esempio su di un letto di fette di pane abbrustolite o all'aglio. E ancora c'è il pesce azzurro, che rappresenta la vera essenza del pescato mediterraneo: le sarde, lo scabeccio e il carpione ad esempio oggi sono ingiustamente dimenticati, ma restano sempre ricchi di sostanze nutritive.

Di seguito parleremo in particolare dei calamari all'aglio. Una gustosa ricetta e anche semplice da realizzare. Per cucinare i calamari occorre un tipo di cottura rapida, essi poi vanno arricchiti con odori e profumi tipici dei popoli antichi.

Rappresentano un'idea geniale per una cenetta rapida, ma possono essere ideali anche per un incontro con amici.

Ingredienti e preparazione

Per preparare questo piatto per 6 persone occorre munirsi di:

  • 1,5 kg di calamari
  • 100 gr di burro
  • 6 spicchi di aglio schiacciati
  • 3 cucchiai di prezzemolo tritato
  • scorza grattugiata e succo di un grosso limone
  • sale e pepe nero macinato

Tempo di cottura: 5 minuti

Come prima cosa occorre pulire per bene i calamari.

In particolare, si deve staccare la testa e togliere le interiora e l'osso. Poi occorre spellarli, sciacquarli e asciugarli. Tagliare la sacca dei calamari a metà per il lungo. Staccare i tentacoli e tenerli da parte. Mettere il burro in una larga padella e farlo sfrigolare. A questo punto è il momento di aggiungere l'aglio e i calamari, per farli friggere a fiamma viva per 3 minuti, circa girandoli solo una volta.

In seguito occorre unire il prezzemolo, il succo e la scorza di limone. Aggiungere per finire il sale e il pepe. Infine si deve travasare delicatamente i calamari in un piatto da portata e servire subito.

Assieme ai calamari è consigliabile proporre come contorno un'insalata mista con foglie di vario tipo, magari con sedano, prezzemolo e crescione.

Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!