Sono chiamati palummeddi, ma anche panareddi, campanari, pupi, aceddi, cuddura cull'ova e via dicendo. Sono dolci tipici del periodo pasquale con un'antica tradizione diffusa in tutta la Sicilia: quando non esistevano le uova di cioccolato, infatti, si offrivano ai bambini delle piccole sculture di pasta frolla con dentro delle uova sode intere.

Queste figure rappresentavano la colomba, oppure dei piccoli cestini o delle borsette col manico contenenti delle uova, o ancora agnelli, omini o campane.

Una sorpresa di Pasqua per i bimbi

Questi piccoli doni destavano gioia nei bimbi che erano soliti consumarli il giorno di Pasquetta.

E dalle forme stesse di cui erano fatte derivano i nomi con cui li conosciamo oggi.

Oggi l'usanza di realizzare questi biscotti dalle varie forme che contengono, affiorante o immerso nell'impasto, un uovo, si affianca all’uso di regalare le più comuni uova di cioccolato con sorpresa, e come queste ultime sono di buon augurio per la Pasqua e sono molto graditi da grandi e piccini.

Perché l'uovo? Perché è da sempre simbolo di rinascita della natura nel passaggio dall'inverno alla primavera, e con la rielaborazione cristiana della tradizione pagana l'uovo è divenuto anche simbolo della rinascita dell'uomo, ovvero di Gesù. E da questo deriva il motivo dell'uovo sodo all’interno dei pupi siciliani.

Ma al di là di ogni simbologia questi dolci casalinghi sono molto buoni da gustare, allegri e belli da vedere. I pupi con l'uovo vengono preparati qualche giorno prima di Pasqua e sono facili da realizzare.

Ci si può sbizzarrire sulla forma da assegnargli, aiutandosi con delle sagome di carta, e anche sulla decorazione, perché devono essere coloratissimi e pieni di zuccherini.

Inoltre, per renderli ancora più graditi ai più piccoli, si potrà sostituire l'uovo sodo con uno o più ovetti di cioccolata.

Ingredienti per 10 Pupi

La quantità dei pupi è approssimativa, dipende dalla grandezza e dalla forma che si intende dare al biscotto. In tal caso occorre bollire più o meno uova a seconda di quelle che si vogliono utilizzare.

Comunque le quantità indicate per 10 Pupi sono le seguenti

  • - 1 Kg di farina
  • - 1 bustina di ammoniaca per dolci
  • - 350 g di zucchero
  • - 2 uova intere
  • - 1 bustina di vanillina
  • - 200 g di strutto
  • - 100 ml di latte
  • - un pizzico di sale

Per la decorazione invece sono necessari:

  • - 10 uova sode
  • - 400 g di zucchero a velo
  • - 2 albumi d'uovo
  • - qualche goccia di limone
  • - codette e diavoletti colorati

Preparazione della pasta frolla e cottura dei pupi

Su di una spianatoia mescolare la farina con lo zucchero, l'ammoniaca, la vanillina e il sale. Disporre questo miscuglio a fontana e inserire al centro le uova e lo strutto precedentemente lasciato ammorbidire e amalgamare, aggiungendo poco alla volta anche il latte. Poi si deve impastare fino ad ottenere una pasta omogenea.

Non è necessario riporre la pasta frolla in frigo.

Chi utilizza il Bimby può inserire tutti gli ingredienti nel boccale e impastare per 2 minuti / vel. 5.

Nel frattempo bollire le uova mettendole in acqua fredda per circa 15 minuti. Stendere l’impasto ottenendo una sfoglia di 5 mm di spessore e, con l'aiuto delle sagome di carta precedentemente preparate, ritagliare le forme desiderate: uccello, cestino, cuore, campana, ecc. su ciascuna delle quali si poggerà l'uovo sodo per poi avvolgerlo con qualche striscia o treccia di altra pasta frolla.

A questo punto occorre riporre delicatamente le forme su una teglia foderata con carta da forno e cuocere per 30 minuti in forno preriscaldato a 180°. Quando saranno ben dorati i pupi saranno pronti.

N.B. le uova sode generalmente vengono inserite con tutto il guscio, ma qualcuno preferisce metterle già sgusciate per poter gustare il biscotto senza preoccuparsi di eliminare il guscio. In questo caso è bene ricoprire l’uovo completamente con la pasta (invece nella versione con il guscio l’uovo rimane coperto solo parzialmente).

Preparazione della glassa e decorazione

Montare gli albumi con qualche goccia di limone e aggiungere poco alla volta lo zucchero a velo. Mescolare finché la glassa non è pronta. Deve risultare densa e cremosa (se necessario aggiungere limone o zucchero a velo a seconda della consistenza).

Una volta che i pupi saranno cotti e lasciati raffreddare per una ventina di minuti, sarà possibile spennellarli con la glassa e colorarli con tante codette e diavoletti di vari colori.

Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!