Quando è il momento di fare uno spuntino cosa c'è di meglio di uno snack gustoso e anche piacevole alla vista? Un'idea in tal senso può essere rappresentata dai taiyaki, golose tortine ripiene che i giapponesi sono soliti gustare con svariati tipi di farciture, e che hanno la caratteristica forma di un pesce.

Letteralmente significa orata alla piastra, ma com'è evidente del pesce ha solo la forma. Il taiyaki infatti è un delizioso dolce, il cui ripieno più comune è l’anko, una pasta di fagioli azuki zuccherati.

Ma in Giappone si possono trovare ripieni di altro: ad esempio crema o cioccolato, oppure formaggio o salsiccia.

Esistono anche quelli con il ripieno ripieno gyoza (che per intenderci è quello utilizzato per i noti ravioli al vapore). I giapponesi, come noi italiani, amano lo street-food, specie quando uno dei "cibi da strada" in questione è il golosissimo taiyaki, un dolce unico con una ricetta davvero semplice.

Questi snack costano pochissimo e sono alla portata di tutti

La ricetta del taiyaki fu inventata più di un secolo fa, quando venne cucinato per la prima volta nel ristorante “Naniwaya in Azabu” di Tokio nel 1909. Da quel momento questo curioso dolce a forma di pesce venne preparato ovunque ed è diventato uno dei simboli nipponici, tanto che è impossibile - durante un viaggio in Giappone - non assaggiarlo almeno una volta.

In Giappone esistono ovunque chioschi e negozietti che li vendono belli e fatti ad un prezzo contenuto solitamente (circa 200 yen, ovvero meno di 2 euro).

Ma prepararli a casa ci costerà molto meno, e soprattutto non dovremo recarci in Giappone per scoprire il sapore di un taiyaki.

Inoltre, il vantaggio più grande sarà quello di metterci dentro il ripieno che più preferiamo, quindi questa ricetta è adatta ai palati di grandi e piccini.

E a dirla tutta, la simpatica forma dei taiyaki è ideale per presentare una merenda diversa ai nostri bambini.

Il taiyaki viene preparato utilizzando un impasto molto simile a quello dei pancakes o dei waffel

Soffice e con pochi ingredienti (peraltro facili da reperire) l'impasto dei taiyaki è facilissimo da preparare.

E' preferibile utilizzare una piastra apposita per taiyaki, quella tipica a forma di pesce, che è caratterizzata da due stampi uguali per cuocere contemporaneamente le due metà dell'orata.

Con essa il composto viene versato nei due stampi a forma di pesce, invece il ripieno in una sola delle due. La piastra viene poi chiusa e l'impasto cuoce in tutti e due i lati fino alla doratura del taiyaki, pronto in pochissimi minuti.

Questa piastra si può facilmente reperire e acquistare in rete senza spendere tanto, ma nella peggiore delle ipotesi ci si può arrangiare con dei normali stampi per biscotti a forma di pesce.

Ingredienti e procedimento

Per circa 5 taiyaki

  • 150 gr di farina
  • 30 gr di zucchero (o più se si gradiscono molto dolci)
  • 3 uova
  • 30 ml di acqua
  • un pizzico di sale
  • crema di Azuki (si può trovare pronta in barattolo in qualsiasi negozio etnico) o qualsiasi altro tipo di condimento a propria scelta dolce (Nutella, marmellata, crema pasticcera, ecc) o salato (crema di formaggi, salsiccia con friarielli, ecc).

Chi utilizza il Bimby deve inserire nel boccale la farina, lo zucchero, le uova, l'acqua e il pizzico di sale e mescolare 10 sec./ vel.5.

Chi usa il procedimento tradizionale deve invece mescolare prima le uova con lo zucchero, fino ad ottenere una crema omogenea. Poi aggiungere lentamente la farina, evitando di far formare dei grumi, e un pizzico di sale continuando a mescolare. Quindi versare gradualmente l'acqua l'impasto non deve assolutamente risultare liquido e appiccicoso, pertanto è bene fare molta attenzione (eventualmente riducendo o aumentando di poco le dosi dell'acqua).

Cottura dei taiyaki

Come già detto, i taiyaki vengono cotti nell'apposita piastra con due stampi a forma di pesce. Gli stampi vanno unti con olio e il composto va versato su entrambi una volta che la piastra, messa a scaldare sul fuoco, ha raggiunto una temperatura elevata.

Dopo circa un minuto l'impasto si sarà solidificato e si potrà inserire il ripieno su uno dei due lati. A questo punto la piastra deve essere chiusa e il taiyaki deve cuocere qualche minuto fino a perfetta doratura e croccantezza (tra i 3 e i 5 minuti a seconda della potenza del fornello). Il taiyaki pronto va servito immediatamente per gustarlo ancora caldo.

In alternativa si può cuocere anche in forno

Se non si possiede la piastra per taiyaki, questi dolcetti si possono cuocere in forno con dei tradizionali stampi per biscotti, meglio se a forma di pesce. In questo caso l'impasto va versato nella formina precedentemente spennellata di olio, cui si aggiunge il ripieno nel mezzo, per poi versare sopra dell'altro impasto fino a coprire (facendo però attenzione a non coprirne più di 3/4).

Si cuoce così in forno a 120° per 5/10 minuti, poi è possibile servirli in tavola.

Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!