Chiamata anche torta dell'orto perché l'ingrediente principale sono le zucchine, la scarpaccia toscana è un piatto unico della tradizione culinaria versiliese, realizzato principalmente nella stagione estiva, dal sapore e dal profumo inconfondibili. Il suo nome lo deve all'aspetto, che ricorda quello di una vecchia suola di scarpa, ma questo non deve far desistere dal provare questa ricetta, semplice da preparare, ma che necessita di alcune piccole accortezze. La scarpaccia si presta tantissimo anche per un aperitivo tra gli amici, in quanto è possibile prepararla anticipatamente e gustarla tiepida o a temperatura ambiente.

Ingredienti di una scarpaccia per sei persone

300 grammi di zucchine, una cipolla, un uovo, 120 grammi di farina 00, 80 grammi di parmigiano grattugiato, acqua q.b, sale q.b, olio q.b, pepe q.b. A piacere, è possibile aggiungere anche qualche fiore di zucca, che renderà la scarpaccia ancora più saporita.

Preparazione

Tagliare le zucchine sottilmente a rondelle, e se volete aggiungere anche i fiori, tritateli insieme. Tagliate finemente anche una cipolla intera, e aggiungetela alle zucchine e ai loro fiori. Quando le verdure sono pronte, aggiungete l'acqua, la farina e l'uovo, ed iniziate ad amalgamare il tutto. Il composto dovrà risultare simile ad una pastella, quindi né troppo liquido né troppo denso.

Se vi risultasse troppo liquido, potrete aggiungere un pochino di farina, se invece risultasse troppo denso, potrete aggiustare il tiro con un pochino di acqua. A composto ultimato, salare, pepare, aggiungere il parmigiano e mischiare bene tutti gli ingredienti. A questo punto, disponete il tutto su una teglia da forno, precedentemente ben oleata, creando uno spessore di circa un cm e concludere con un giro di olio sopra.

Infornatela a 200° per circa 30 - 40 minuti: la scarpaccia risulterà pronta quando sarà ben dorata sulla superficie.

Curiosità e consigli

Il procedimento per la scarpaccia è molto semplice, ma servono alcune accortezze per non far diventare il composto troppo liquido o troppo denso. Se inoltre vorreste fare più di una scarpaccia, basterà aumentare le dosi degli ingredienti, ma fare attenzioni a dividere il composto ottenuto in più teglie, per evitare che il risultato sia quello di una scarpaccia troppo alta.

Questo è un tipico piatto estivo della cucina versiliese, ma esiste anche una variante dolce: se nella parte della Versilia dell'entroterra, la ricetta viene fatta utilizzando il sale, per esempio nella zona di Camaiore, a Viareggio e sulla costa, si preferisce sostituire lo zucchero al posto del sale, e fare quindi una scarpaccia dolce, ma con gli stessi ingredienti, lo stesso procedimento e gli stessi tempi di cottura. La scarpaccia si conserva benissimo per 2/3 giorni in una credenza coperta, o comunque fuori dal frigorifero.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!