Nella cucina russa le varie pietanze hanno subito spesso le influenze del vasto territorio del Paese e hanno inglobato i piatti di diverse altre nazionalità: le ricette variano profondamente anche da regione a regione.

Nella tradizione quella russa era una popolazione prevalentemente di contadini che, usava cibarsi soprattutto di cereali e ortaggi, usati per preparare zuppe, insalate, e pane. La carne, invece era considerata una prelibatezza solo dei nobili.

Il maiale alla Stroganoff è una saporita variante del più conosciuto filetto di manzo alla Stroganoff. Si tratta di uno dei piatti russi più famosi, si dice che originariamente sia stato preparato e inventato di proposito da un cuoco nel secolo XVII in onore di un nobile della guardia reale, il Conte Pavel Stroganov o Stroganoff.

Il brillante chef aggiunse la panna acida al classico manzo in fricassea. Altri invece riportano che Stroganoff fosse un brillante medico, che curò un'intossicazione da aringhe con la carne bovina. Da allora comunque, la ricetta originale ha subito diverse influenze e ne sono state presentate parecchie varianti.

Di seguito ne andiamo a proporre una versione con il maiale, poco conosciuta ma di sicuro effetto per una cena tra amici o per una ricorrenza importante.

Ingredienti

Quantitativi per 4 persone:

  • 800 gr di filetto di maiale
  • 1 cucchiaio di olio
  • 25 gr di burro
  • 2 cipolle affettate finemente
  • 2 cucchiai di brandy
  • 250 gr di panna acida
  • sale e pepe macinato fresco
  • prezzemolo tritato per guarnire
  • una presa abbondante di paprica

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

Preparazione

Come prima cosa è necessario pulire il filetto da ogni traccia di grasso e tagliare la carne prima a fette e poi a strisce lunghe 4 cm e spesse poco più di 1 cm.

Nel frattempo si deve scaldare metà del burro e dell'olio in una padella e soffriggere le cipolle. Quando sono dorate trasferirle in un piatto. Alzare la fiamma, unire il condimento rimasto e rosolare rapidamente metà della carne. Dopo 3 o 4 minuti trasferirla su un piatto, tenerla in caldo e cuocere l'altra metà.

Occorre poi riunire tutta la carne in un'unica padella e aggiungere il brandy. Lasciarlo evaporare a fiamma bassa, aggiungere le cipolle, la panna acida, sale e pepe. Infine occorre far riprendere il bollore alla salsa, spolverare di prezzemolo e di paprica e servire immediatamente.

Sarà possibile anche arricchire questa preparazione con dei funghi tagliati a fettine.

Cuoceteli nella stessa padella in cui avete soffritto le cipolle, ma ricordatevi di toglierli prima di cucinare la carne. Se non trovate la panna acida - in commercio è di difficile reperibilità in generale, non solo in Italia - sostituitela con della panna da cucina mescolata con il succo di mezzo limone.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!