È morto ieri a Roma Gianfranco Baldazzi, il paroliere della musica italiana. Le parole di Gianfranco Baldazzi aveva reso infatti uniche ed emozionanti le canzoni di Lucio Dalla e di Gianni Morandi, di Mina, di Ornella Vanoni, degli Stadio, di Peppino di Capri, di Ron e di molti altri ancora. Tra le canzoni più amate che sono state scritte da Gianfranco Baldazzi non possiamo non ricordare "Piazza grande", "Occhi di ragazza" e Itaca". La morte di Gianfranco Baldazzi è stata causata da un complicazione a seguito di un'operazione, notizia questa che arriva direttamente dai suoi familiari.

La carriera di Gianfranco Baldazzi non nasce in realtà nel mondo della musica, bensì nel mondo del teatro. La sua esperienza teatrale è piuttosto breve e dopo poco tempo Gianfranco Baldazzi entra nel mondo della musica sia come paroliere di molte importanti canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana che come produttore e come talent scout alla ricerca di nuove voci e di nuovi protagonisti da lanciare. 

Per tre anni, dal 1991 al 1994 per la precisione, Gianfranco Baldazzi è il diretto artistico dell'etichetta "Pressing" fondata da Lucio Dalla. Durante questi tre anni di lavoro Gianfranco Baldazzi ha lanciato nel mondo della musica italiana molti importanti giovani artisti tra cui dobbiamo ricordare Samuele Bersani. Non solo, Gianfranco Baldazzi collabora con molti quotidiani e con molti magazine periodici scrivendo ovviamente di musica ed inizia a fare la sua comparsa anche nel mondo della televisione e della radio proprio come esperto musicale. Ricordiamo in modo particolare la sua collaborazione con Rai International e la sua rubrica radiofonica Notturno Italiano. 

Gianfranco Baldazzi ha pubblicato anche numerosi libri. Ricordiamo in modo particolare la biografia di Lucio Dalla e "La canzone italiana del Novecento da Enrico Caruso a Eros Ramazzotti". Non un semplice paroliere quindi ma un vero e proprio esperto di musica che ha aiutato molti cantanti nella loro carriera e che ha sempre espresso la sua opinione dando alla musica un sapore speciale.