Da Focus.it arrivano le dieci dritte per affrontare al meglio i prossimi esami di maturità. A due settimane dalla prima prova le gambe iniziano a tremare e non si memorizza più per l'ansia? Ecco come comportarsi.

I 10 consigli degli scienziati

Dieci semplici suggerimenti rivolti a tutti i maturandi di questo 2014 che vogliono affrontare al meglio delle proprie capacità il tanto temuto esame.

  1. La prima perla riguarda i cinque sensi che, secondo gli esperti, vanno tenuti in allenamento costante per incrementare le nostre capacità mnemoniche.
  2. Secondo aspetto fondamentale per reggere l'ansia è il sonno. Gli studiosi affermano, infatti, che un buon sonno svolge un ruolo importante nell'apprendimento. Dormire meno di sette o otto ore al giorno comporta un calo consistente della nostra attività cerebrale.
  3. Molti storceranno il naso, ma il terzo consiglio degli esperti è quello di non studiare prima dell'esame. Chiudere i libri almeno 48 ore prima dell'esame e non riapririli più permette al nostro cervello di immagazzinare e metabolizzare meglio le informazioni ricevute in input.
  4. Uno degli errori che gli studenti compiono di più è l'assunzione di pillole per la memoria e di litri e litri di caffeina. Queste sostante che immettiamo nel nostro organismo sfasano il regolare alternarsi del sonno e della veglia, portando un sonno non abbastanza riposante per il nostro organismo. E', invece, consigliatissimo un caffè al mattino per riattivare i centri neurologici dell'attenzione.
  5. Evitare gli sbalzi di umore e le forti emozioni che possono provocare danni alle informazioni immagazzinate. Avete l'impressione di non ricordare nulla? Non abbiate paura, il vostro cervello renderà al massimo quando sarà il momento giusto.
  6. Consiglio importante è quello di non lasciare nulla da fare all'ultimo minuto, ma iniziare a studiare per tempo così da dare alla memoria il giusto tempo di catalogare e categorizzare tutte le informazioni che gli sono state inviate.
  7. La conoscenza è come i ricordi: possiamo modificala e rimuoverla al nostro piacimento. Qui va tenuto in considerazione dallo studente il ripasso. Ripassare è importante, ma occhio a fissare in mente i concetti corretti.
  8. Attenti alle emozioni negative. La vostra amigdala non le gradisce e come pena vi eliminerà tutto lo studio fatto poco prima. Le emozioni negative comportano un calo dell'attenzione per un periodo più o meno lungo, ma costante che impedisce, quindi, l'apprendimento.
  9. Mente sana in un corpo sano è il nono suggerimento. Gli scienziati dicono sì alle distrazioni, ma almeno mezz'ora giornaliera va dedicata allo sport.
  10. Attenti a quello che mangiate. Per un ottimo esame si suggerisce una dieta ricca di acidi grassi omega3 e di vitamina E.