Per gli appassionati dei Genesis, che sono cresciuti sulle note "Firth or Fifth" e "I know what I like", senza avere mai avuto l'opportunità di vedere la band inglese al completo negli anni sfolgoranti del rock progressivo, può essere un sogno realizzato. Si chiamano The Musical Box, arrivano dal Canada, e sono dei cloni perfetti del gruppo che all'epoca aveva alla voce l'istrionico Peter Gabriel, quando Phil Collins era "solo" un (ottimo) batterista. Suoneranno al Conservatorio di Milano venerdì 14 novembre, alle ore 21, per la gioia dei nostalgici di un'epoca irripetibile

I Musical Box sono così perfetti da avere avuto l'autorizzazione ufficiale dei Genesis, secondo cui i loro concerti hanno anche il vantaggio di avere il sostegno della tecnologia, che riduce gli inconvenienti così frequenti invece all'epoca.

E lo stesso Peter Gabriel ha raccontato di aver portato suo figlio a uno dei concerti della band canadese, per fargli vedere cosa faceva da giovane. E "quello che faceva" ha segnato per sempre la storia del rock, con le esibizioni teatrali e i costumi che stupivano e rappresentavano i testi, complessi ed elaborati come la musica.

Sono già venuti più volte in Italia i Musical Box, e questa volta presenteranno il tour di "Selling England by the pound", uno dei massimi capolavori dei Genesis, che successivamente - dopo l'abbandono di Gabriel e del chitarrista Steve Hackett - diedero negli anni Ottanta una svolta pop-rock più commerciale, ma poco gradita dai vecchi fan, legati ai suoni artisticamente più validi degli anni progressive.

Anni che sarà possibile rivivere per una sera grazie ai Musical Box, che riproducono nei minimi particolari - anche dal punto di vista scenico - i concerti dei Genesis di quel periodo.

I migliori video del giorno

Ecco così le maestose tastiere di "Cinema show", l'immortale assolo chitarristico di "Firth or Fifth", i travestimenti a effetto di Gabriel che nei panni di Britannia si chiede "Can you tell me where my country lies?".

Fotografie indimenticabili dell'epoca dei concept album, delle suite, delle contaminazioni con la musica classica, delle copertine fiabesche. Dopo tutto cambiò, anche la musica dei Genesis. Ma quei vertici artistici sono rimasti nell'immaginario di tutti i vecchi fan che, ancora una volta, tributeranno il meritato successo dei Musical Box. Dei cloni, sì, ma capaci di far rivivere emozioni e ricordi come pochi altri. Benvenuti nella magica "scatola musicale", dove potrete ritrovare la musica progressiva. Quella con la emme maiuscola, come il nome dei Musical Box.