Mentre si apprendeva dai telegiornali e dai siti web della strage nel canale di Sicilia, (dove ancora non si conosce con esattezza quante possano essere le vittime), sul profilo Facebook dei 'Nobraino' appariva questo messaggio: "Avviso ai pescatori: stanno abbondantemente pasturando il Canale di Sicilia, si prevede che quelle acque saranno molto pescose questa estate".

Il post era (perché nel frattempo è stato rimosso) accompagnato da un link. Evidentemente chi ha insultato e denigrato la band non ha provato a cliccarci sopra per conoscerne tutto il contenuto. Chi si è fermato a leggere solo il collegamento ha risposto con veemenza, accusando la band di razzismo e di fare battute di cattivo gusto.

Nestor Fabbri l'autore del messaggio, vedendo che i fan lo stavano ricoprendo di insulti, ha buttato altra benzina sul fuoco scrivendo che la realtà è di cattivo gusto. Infatti se l'operazione di lettura fosse stata completata, i "Nobraino" avrebbero evitato di finire alla gogna. Non si è trattata di una frase ironica, ma di una denuncia. Il messaggio si riferiva infatti all'indifferenza dell'Europa che rimane a guardare. Si chiedeva ai governi di compiere una missione di salvataggio gestita dalle Nazione Unite e si invitava a non recriminare né i migranti, né chi gli assiste.

Di fronte al polverone social che si è alzato, non è tardata ad arrivare la risposta di Roy Paci, coinvolto in prima persona nella realizzazione del concerto del primo maggio a Taranto, che ha estromesso dal cast i "Nobraino".

La notizia ha generato sulla band l'effetto domino che nessuno si aspettava: non solo niente partecipazione al concerto del primo maggio, ma sembra che anche le date dei loro prossimi concerti rischiano di saltare.

L'unico a schierarsi dalla parte dei Nobraino è stato il sito Soundsblog.it, che invita la gente a liberarsi per un giorno dei social network e prendersi una vacanza perché, come fa notare la redazione, leggendo tutto il messaggio e non soltanto il link, di fronte all'ennesima tragedia annunciata, la band folk ha fatto una battuta contro i responsabili delle stragi in mare e non contro le vittime, come invece in molti hanno pensato.

Segui la pagina Tecnologia
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!