Dall’8 ottobre scorso è in tutte le sale italiane “Poli opposti”, il primo film del regista Max Croci che, interpretato da Luca Argentero e da Sarah Felberbaum, racconta l’innamoramento tra due persone di indole e interessi diversi. Nel cast sono da citare Anna Safroncik, Giampaolo Morelli, Tommaso Ragno, Elena Di Cioccio, Grazia Schiavo e il piccolo Riccardo Russo, che nel film interpreta il figlio della mamma single Felberbaum. Il regista Max Croci, alla sua prima esperienza cinematografica, non nasconde la sua felicità e soddisfazione per aver potuto fare il suo primo film come voleva, cercando di emulare le opere della grande stagione della sophisticated comedy americana.

Un accenno di trama del film

Stefano Parisi (Luca Argentero), un terapista di coppia dai modi misurati e gentili, incontra Claudia Torrini (Sarah Felberbaum), un aggressivo avvocato divorzista, e sono subito scintille, anche soltanto per i lavori opposti che fanno. Stefano, nonostante con il suo lavoro cerchi di risolvere i problemi di coppia, ha appena lasciato la Moglie (Anna Safroncik), mentre Claudia, mamma single del piccolo Luca (Riccardo Russo), è inferocita con quasi tutto l’universo maschile. Ci sono tutti gli ingredienti per assistere ad una gustosa commedia sentimentale sui generis, magari con qualche difetto ma gradevole.

Argentero e la Felberbaum sul film

Luca Argentero dice di non aver faticato molto ad entrare nella parte di un uomo dai modi gentili e pacati, perché infatti lui è così per indole e anche perché ha ricevuto una certa educazione in famiglia. Sul fatto che sia considerato un bellissimo uomo e che spesso faccia delle commedie sentimentali, Argentero precisa che “talvolta l’attore subisce, in senso positivo, le scelte della produzione”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cinema

Difficile è stato invece per Sarah Felberbaum, anch’essa di indole tranquilla, interpretare una donna inacidita e in guerra con il mondo, ma, quando in ogni sequenza il regista pretendeva più cattiveria, lei ha cercato di dare alla sua recitazione aggressiva una continuità di gesti e di parole.

 

 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto