4

Dopo mesi d'attesa il momento è finalmente arrivato: il film Suicide Squad è ufficialmente nelle sale. Massacrato dalla critica americana ed osannato da quella europea, il cinecomics più atteso dell'anno ha guadagnato dal 5 agosto - data ufficiale dell'uscita negli USA - ad oggi, ben 572 milioni ai botteghini di tutto il mondo, cifra che porta a porsi una giusta domanda: Suicide Squad è realmente così brutto come dicono tutti? La risposta, in questo caso specifico, non va ricercata in quella che può essere o meno la realizzazione della trama - che come spesso accade alle pellicole ispirate ai videogiochi, fumetti o alle saghe letterarie, è inesorabilmente destinata a scontentare la vasta fetta di pubblico fan dell'originale - ma nella scelta di portare sul grande schermo uno specifico personaggio, che contrariamente a quel che si può pensare non è il Joker.

Suicide Squad, il Joker di Jared Leto

La campagna pubblicitaria che ha preceduto/accompagnato il debutto nelle sale di Suicide Squad ha avuto un intento preciso: quello di far conoscere al grande pubblico  la nuova versione del Joker, del tutto diversa dai suoi predecessori. Al pari del nuovo IT - che debutterà nelle sale il 2017 - anche il Joker di Jared Leto è ben lontano dal pazzo psicopatico originario; è una sorta di gangster incapace d'amare, ma comunque molto legato alla sua donna, vera anima di tutto il film e asso nella manica di regista e produttore.

Ancor prima dell'uscita nelle sale di Suicide Squad, Harley Quinn figurava tra i personaggi più amati e seguiti dei fumetti DC: basta fare una ricerca sul sito DeviantArt - portale dedicato agli artisti - per rendersi conto dell'enorme mole di disegni a lei dedicati.

I migliori video del giorno

Perennemente in lotta con se stessa, l'ex psichiatra rappresentava già una sorta "d'icona femminile" per le appassionate di fumetti di tutto il mondo, cosa che ha di certo favorito la decisione di trasformarle in un personaggio cinematografico. Non a caso, l'Harley Quinn della bravissima Margot Robbie - che ha firmato un contratto multi film - è una sorta di mix tra l'Harley Quinn del fumetto e quella della serie di cartoni animati, ed è forse il solo personaggio di Suicide Squad ad essere veramente analizzato e valorizzato.

Chi è Harley Quinn?

Harleen Frances Quinzel alias Harley Quinn è stato, fino a questo momento, uno dei personaggi più amati dell'universo DC comics, nonostante le sue apparizioni si possano contare sulla punta delle dita. Psichiatra all'Arkham Asylum, manicomio criminale di Gotham dove il Joker fu rinchiuso, Harley rimase sedotta da questi, dopo aver concluso una serie d'incontri che avrebbero dovuto aiutarla a scrivere un libro su di lui. Praticamente ossessionata dal noto criminale, una notte decise di dichiarare il suo amore, liberò il Joker dalla sua cella e fuggì con lui ma, il suo sogno d'amore durò molto poco: il Joker, dopo aver ammesso d'averla sfruttata, l'abbandonò dicendole: <<Non cercare di capirmi ...

impazziresti nel preciso istante in cui tenteresti di farlo>>  Si può quasi dire che questo fu il momento in cui Harley Quinn prese il sopravvento sulla dottoressa Harleen, dando vita all'assassina spietata ma capace di mostrare pietà, che noi tutti conosciamo, o che stiamo imparando a conoscere grazie a Suicide Squad.

La storia d'amore tra Harley Quinn e il Joker fu narrata per la prima volta in " Mad Love", graphic novel appartenente alla serie Batman, vincitrice sia di un Einsner e di un Harvey Award, i due premi più importanti in ambito fumettistico. All'interno dell'albo viene narrata non soltanto la storia del personaggio, ma anche come il Joker - in soli 15 minuti - riuscì a conquistarla e la totale conversione al crimine di Harley Quinn, avvenuta dopo aver ricevuto in regalo dal Joker una splendida rosa rossa, con un bigliettino.