Come ormai tutti sapranno, dopo 27 anni dalla messa in onda, Twin Peaks tornerà sul piccolo schermo per una terza stagione. Scritta e ideata da David Lynch e Mark Frost, I segreti di Twin Peaks è probabilmente la serie cult per eccellenza e sicuramente una delle più amate di sempre. Lo scorso anno, dopo varie vicissitudini legate per lo più alla produzione, Showtime aveva ufficialmente confermato il ritorno della serie e, alcuni giorni fa, la stessa emittente ha rilasciato un nuovo teaser trailer che ha fatto impazzire il web.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Rap

Nelle immagini si vede soltanto Angelo Badalamenti, il compositore della storica e famosissima colonna sonora, che suona il pianoforte in sovrimpressione su una foresta, mentre sullo sfondo appare il volto di Laura Palmer.

Poco effettivamente, ma quanto basta per emozionare i fan della serie. 

Twin Peaks 3, tutto quel (poco) che c'è da sapere

Dal trailer si riesce a cogliere pienamente l'atmosfera inquietante e surreale che avevamo amato nelle prime due stagioni, ma poco, o meglio niente, si scopre della trama che ci aspetterà. Ma d'altronde fino ad oggi sono pochissime le notizie trapelate, ad esempio sappiamo che il revival tornerà nel 2017, ma non si conosce la data precisa; sappiamo che gli episodi sono stati diretti da David Lynch, ma non sappiamo ancora quanti saranno, né la loro durata (al momento infatti si sta lavorando al montaggio). Certo è che il cast delle prime due stagioni è praticamente al completo, ci sarà l'agente Dale Cooper (Kyle MacLachlan) e ovviamente Sherly Lee (Laura Palmer), Sherilyn Fenn, Ray Wise, ma anche Tim Roth, Jim Belushi, Naomi Watts, Monica Bellucci e moltissimi altri attori, 217 in tutto! 

'Ci vediamo tra 25 anni'

'I'll see you again in 25 years' diceva Laura Palmer nell'ultima stagione andata in onda tra il 1990 e il 1991.

I migliori video del giorno

A questo punto possiamo dirlo, la promessa è stata mantenuta. E anche se nessuno sa bene cosa aspettarsi, le firme di Lynch e Frost insieme sono praticamente già una rassicurazione; così come il fatto che la produzione abbia lasciato ai due autori assoluta libertà in tutto. Speriamo quindi nel meglio, e che il sequel sia straordinario all'altezza della serie originale.