Da oltre 20 anni protagonista della scena musicale del cantautorato italiano, Max Gazzè non ha bisogno di grandi presentazioni. Dopo l'ultimo grande successo che lo ha visto protagonista, Maximilian, e che lo ha portato ad esibirsi in Italia e all'estero, arriva con un nuovo progetto. La novità, che porta il nome di Alchemaya, è un progetto artistico realizzato in collaborazione con la Bohemian Symphony Orchestra di Praga, che si propone di "portare sulla scena teatrale" la musica del cantautore.

Il mese scelto per il "lancio" di questa nuova esperienza artistica, che sembra avere già tutte le carte in regola per replicare i successi collezionati dall'artista in tutti questi anni, è aprile.

Secondo le prime dichiarazioni fatte dal suo Staff, il debutto è fissato per il 3 aprile nella Capitale presso il prestigioso Teatro dell'Opera. Le tappe successive vedranno poi protagoniste le città di Napoli, il 4 presso il teatro San Carlo di Napoli, Firenze, l'8 presso il Teatro dell'Opera, Milano, l'11 presso il Teatro Arcimboldi, Padova, il 13 presso il Gran Teatro Geox e Torino il 14 presso l'Auditorium Lingotto. Su come sarà strutturato l'evento non sono ancora trapelate molte notizie, ma dalle prime indiscrezioni sembra che lo spettacolo sarà strutturato in due parti: nella prima Max, insieme al fratello Francesco, riproporrà i successi più grandi della sua carriera, mentre la seconda sarà invece dedicata alla reinterpretazione sintonica dei suoi brani da parte dell'Orchestra, cercando di creare un mix tra strumenti sinfonici e sintetizzatori, usati spesso in molti dei suoi brani.

I migliori video del giorno

I biglietti per le date di Torino e Padova sono già disponibili sul sito di Ticketone. Per ulteriori informazioni è invece possibile consultare la pagina Facebook del cantautore Max Gazzé, in modo da poter rimanere aggiornati sulle prossime date.

Le sperimentazioni non sono nuove per questo artista in quanto esse sono state, e lo sono ancora oggi, punto cardine nella sua carriera e hanno contribuito a renderlo unico nel suo genere. Rivestire la musica di una nuova veste, quella teatrale, è un progetto interessante e non resta che attendere ancora qualche mese per scoprire cosa questa volta il grande artista ha creato per stupire il suo pubblico. In ogni caso di una cosa possiamo esser certi: originalità e maestria contraddistingueranno ancora una volta il suo lavoro, così com'è accaduto in passato.