Sono stati annunciati i nomi di coloro che prenderanno parte alla ormai celebre iniziativa in ricodo di un grande personaggio del mondo del Cinema e della cultura. La manifestazione si svolgerà anche quest'anno nell'ambito del Festival del Cinema Europeo di Lecce, in programma dal 3 all'8 aprile.

Mario Verdone, non solo il papà di Carlo

Molti pensano a lui come al padre di Carlo, ma in realtà oltre ad essere anche il padre di Silvia, moglie di Christian De Sica e produttrice cinematografica, e di Luca, regista, è stato uno dei massimi esperti di cinema.

Nato nel lontano 1917 e deceduto il 26 Giugno 2009, Mario Verdone pur provenendo da studi giuridici si appassionò ben presto al mondo del cinema, ed è stato il primo docente italiano ad avere una cattedra universitaria in quest'ambito, occupandosi soprattutto di Storia del cinema e di Critica cinematografica.

Ha insegnato all'Università di Roma e tenuto corsi anche presso altre illustri istituzioni accademiche.

Oltre a scrivere numerosi volumi sul cinema e sul teatro, e a pubblcare tantissime recensioni cinematografiche, ha realizzato una miriade di documentari ed è stato anche vice-direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia.

La struttura del Premio

La giuria è composta dai tre figli di Mario Verdone.

I concorrenti, come da regolamento, sono tutti autori-registi di flm alla loro opera prima. In realtà molti di loro hanno alle spalle una vasta esperienza, spesso nell'ambito della sceneggiatura. Di frequente, poi, i vincitori in seguito hanno fatto una rapida e brillante carriera da registi, basti pensare a Claudio Giovannesi.

Ma torniamo ai dieci partecipanti dell'edizione 2017 del Premio.

I migliori video del giorno

Tra tutti spicca indubbiamente Marco Danieli, con il suo film 'La ragazza del mondo', con Sara Serraiocco tra gli interpreti principali, che è stato presentato all'ultimo Festival del Cinema di Venezia. Poi abbiamo Gabriele Mainetti per 'Lo chiamavano Jeeg Robot', Michele Vannucci per 'Il più grande sogno', Fabio Guaglione e Fabio Resinaro per 'Mine', Adriano Valerio per 'Banat.Il viaggio'. Tra i partecipanti ci sono anche Gianluca Cappai, per 'Senza lasciare traccia', Irene Dionisio per 'Le ultime cose', Lorenzo Corvino per 'War We Are The X', Caterina Carone per 'Fräulein-Una fiaba d'inverno', Ferdinando Vito Filomarino per 'Antonia'.

In realtà anche se non pochi nomi magari dicono poco ai non addetti ai lavori, stiamo parlando di dieci registi che hanno già abbondantemente dimostrato capacità di ottimo livello e che daranno un grosso contributo al cinema italiano.