L'Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia ha deciso di premiare il grande lavoro svolto dall'artista e pittrice Carolee Schneemann nella liberalizzazione della figura del corpo, della sessualità e del genere. Il prossimo 13 maggio, la Schneemann ritirerà il Leone d'Oro alla Carriera, in occasione dell'inaugurazione della 57esima edizione della manifestazione culturale, dal titolo "Viva Arte Viva".

La donna come creazione e creatrice

Carolee Schneemann, nata a Fox Chase in Pennsylvania nel 1939, vive e lavora a New York. Ha consacrato tutta la sua vita artistica allo sviluppo della Performance e Body Art. È conosciuta per una rappresentazione nuova del corpo, non come semplice oggetto nudo, ma come forza primitiva, e per la ricerca, nell'ambito visivo, sui taboo e sul corpo dell'individuo in relazione con i corpi sociali.

Attraverso il suo lavoro, è di fatto una delle pioniere dell'affermazione della performance femminista dagli anni Sessanta.

Tra le sue opere più famose ricordiamo: "Eye Body: 36 Transformative Actions" (1963); "Meat Joy" (1964); "Up to and Including Her Limits" (1973-76); "Infinity Kisses" (1981-88); "More Wrong Things" (2001); "Terminal Velocity" (2001); "Devour" (2007). Tutte queste opere sono state esposte al Los Angeles Museum of Contemporary Art, al New York Museum of Modern Art e al London National Film Theatre.

Schneemann ha inoltre insegnato in varie università, come il California Institute of the Arts e la Rutgers University, dove è stata la prima donna artista insegnante.

La Biennale di Venezia ha motivato la propria decisione affermando che, attraverso le sue opere, l'artista mette al centro la donna, al tempo stesso creazione e creatrice attiva.

I migliori video del giorno

Le sue opere sono dirette, sessuali, liberatorie e autobiografiche, e attraverso di esse l'artista è riuscita nella liberalizzazione del corpo, dei suoi taboo sociali, della sessualità e del genere, dando un grande contributo alla modernizzazione della figura femminile.

La notizia di questo premio è la conferma della scelta della curatrice della mostra, Christine Macel, di dare ampio spazio alla performance d'artista, considerando anche il suo interesse sempre mostrato verso questa forma d'arte. Carolee Schneemann ritirerà il prestigioso riconoscimento alla Carriera il 13 maggio a Ca' Giustinian, sede della Biennale, in occasione dell'inaugurazione dell'Esposizione (Venezia, dal 13 maggio al 26 novembre).