Dopo aver vinto il premio come miglior attore protagonista per il film “Veloce come il vento” alla cerimonia di premiazione del David di Donatello, il bolognese Stefano Accorsi si prepara a debuttare nel campionato italiano TCR.

TCR International Series

Il TCR International Series è un campionato automobilistico fondato da Marcello Lotti, ex direttore esecutivo del WTCC, ossia il World Touring Car Championship.

Pubblicità
Pubblicità

Nel TCR International gareggiano le automobili di categoria C, elaborate fino ad esprimere potenze di oltre 300 cavalli. Dopo un debutto in sordina come classe del Campionato Italiano Endurance, nel 2015 il Campionato Italiano Turismo ha adottato i regolamenti tecnici TCR, aggiungendo la classe TCS, nella quale possono competere automobili derivate da quelle di serie.

Dallo schermo alla realtà

Dopo aver preso parte al film “Veloce come il vento” in cui interpreta Loris de Martino, una vecchia gloria del mondo delle corse, e dopo aver vinto il David di Donatello come miglior attore protagonista, Stefano Accorsi è rimasto affascinato dal mondo che ha portato sul grande schermo, tanto che ha deciso insieme a Massimo Arduini, il quale lo ha preparato a calcare le piste che hanno fatto da scenario nel film, di entrare a far parte per davvero del mondo delle corse automobilistiche.

Pubblicità

Così l’attore bolognese sarà alla guida della Peugeot 308 Cup ufficiale con proprio Arduini come compagno di squadra. L’automobile sarà iscritta alla classe TCT (Touring Car Technology) del campionato italiano TCR.

La nuova sfida di Accorsi

In una dichiarazione che il popolare attore ha rilasciato nelle scorse ore al Corriere della Sera, testimonia che ha provato a correre in auto semplicemente per divertirsi dopo le riprese del film, nonostante la F1 lo annoi. Il fascino dell’alta velocità lo ha rapito fino al punto di spingerlo a fare del rombo del motore e dell’asfalto il terreno perfetto per la sua nuova avventura.

Nonostante la pericolosità del nuovo mestiere di Accorsi, la moglie Bianca gli ha semplicemente raccomandato di fare attenzione, ma l’unica preoccupazione del premiato attore pare sia quella di non fare brutte figure. Con un figlio in arrivo, l'artista ha scherzato dicendo che chiederà agli organizzatori di montare un sediolino per bambini nella sua Peugeot, ma in pista ci sarà poco spazio per essere spiritosi.

Non ci resta dunque che attendere la sua gara di debutto, la quale si terrà ad adria in provincia di Rovigo, domenica 7 maggio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto