Il prossimo weekend si prospetta decisamente prolifico e ricco di moltissime nuove uscite cinematografiche legate ai generi più svariati. Senza dubbio, il film storico 'Churchill' sta già facendo discutere ed è in procinto di debuttare nelle sale statunitensi a partire dal 2 giugno. Al momento non è stata ufficializzata nessuna release per quanto riguarda il mercato italiano. È stato diretto dal regista australiano Jonathan Teplitzky, il quale ha precedentemente messo la firma su alcuni buoni successi come Better Than Sex, Gettin’ Square, Burning Man e The Railway Man. La sua produzione è stata invece affidata ad alcuni piccoli studios indipendenti come la Salon Pictures e la Cohen Media Group.

La necessità di sconfiggere il Nazismo

Il film è ambientato nel giugno 1944 in prossimità dello sbarco degli Alleati in Normandia durante la Seconda Guerra Mondiale. Il protagonista principale, ovvero il Primo Ministro britannico, Winston Churchill, è in uno stato di forte tensione e preoccupazione. Egli teme di ripetere gli stessi errori militari della Battaglia di Gallipoli del 1914, durante la Grande Guerra, e teme per il futuro dell’Europa [VIDEO]. Pertanto sta studiando un nuovo piano per sconfiggere l’esercito nazista. Purtroppo, le sue decisioni entreranno in contrasto con le proposte del generale statunitense Dwight D. Eisenhower e del maresciallo britannico Bernard Law Montgomery. In seguito, i destini di questi personaggi andranno a intrecciarsi fra di loro con un unico scopo: quello di annientare Adolf Hitler e ripristinare la democrazia e la libertà nel vecchio continente.

I migliori video del giorno

Uno straordinario Brian Cox nei panni di Churchill

Il protagonista principale è interpretato dall’attore scozzese Brian Cox, andato alla ribalta grazie a Troy, The Bourne Supremacy, Braveheart e The Bourne Identity. Altri membri del cast sono Miranda Richardson, John Slattery, Ella Purnell e Richard Durden. La stesura della sua sceneggiatura è iniziata nel novembre del 2015 grazie al grande sforzo dell’autore Alex von Tunzelmann. La maggioranza delle riprese si sono invece svolte nel maggio del 2016 a Edinburgo e Glasgow.

Critica negativa

Questo film purtroppo non è riuscito ad ottenere un grande consenso da parte della critica. Infatti, secondo il sito Rotten Tomatoes ha solamente raggiunto il 40% di Recensioni positive. Owen Gleiberman di Variety Magazine lo ha definito un guardabile e prosaico “docudrama”. Robert Abele del The Wrap lo ha invece bocciato definendolo "una pellicola che cerca di catturare l’attenzione dello spettatore grazie alla nostalgia e al senso di patriottismo, senza purtroppo riuscire nel suo intento".

Altre testate di grande rilievo come The Film Stage, Screen International e The Hollywood Reporter hanno espresso nei suoi confronti dei pareri parzialmente negativi. Secondo questi critici, dunque, Churchill è da ritenere un prodotto 'imperfetto e al di sotto delle aspettative', nonostante la sua nobile volontà di ritrarre un periodo cruciale nella vita dei uno dei personaggi storici più importanti del XX secolo. Questo il parere della critica cinematografia, il responso diretto ora spetta al pubblico.