Sorto nel 2000, il trieste Science+Fiction Festival è considerato il più autorevole evento italiano, dedicato al mondo della fantascienza, del fantasy e dell'horror, nei variegati comparti creativi del Cinema, della tv e dei nuovi media. In programma presso le sedi del Politeama Rossetti, del Teatro Miela e del Cinema Ariston, l'evento triestino ha il piacere di presentare anteprime internazionali e nazionali, con la bellezza di tre concorsi che mettono in risalto la bravura registica di filmmaker provenienti da ogni parte del mondo. Il primo è il Premio Asteroide, per il miglior lungometraggio, seguito poi dai due Premi Méliès d'Argent, per il miglior lungometraggio e cortometraggio di genere fantastico europeo.

Inoltre, tra i film in concorso, inseriti nella sezione Neon, e fuori concorso, inseriti nella sezione Neon - Out of Competition, dove troviamo il fanta-action nipponico Blade of Immortal di Takashi Miike, figurano lavori realizzati appunto in Giappone, negli USA, nel Regno Unito, in Francia, in Canada, in Spagna, in Ungheria, in Finlandia, in Germania e in Australia. Infine, è presente la sezione denominata Sci-fi Classix, dove insieme a capolavori come Incontri ravvicinati del terzo tipo di Steven Spielberg, compare il cult zombesco del 1968 di George Romero La notte dei morti viventi.

Sezione Neon del Trieste Science+Fiction Film Fest 2017

All'interno della corposa sezione Neon del Trieste Science+Fiction 2017, fa capolino Alone/Seuls (Francia, 2017, 90') di David Moreau, che racconta la storia della sedicenne Leila, svegliatasi tardi come tutte le mattine, ma catapultata in una città completamente diversa da come l'aveva lasciata il giorno prima.

I migliori video del giorno

Infatti, i suoi genitori sono scomparsi nel nulla, e con loro tutti i residenti restanti, a parte altri quattro ragazzi come lei, rispettivamente Dodji, Yvan, Camille e Terry. Gli unici superstiti di non si sa bene quale catastrofe quindi, dovranno scoprire cosa è successo, e per di più difendersi da un sesto individuo scampato all'inspiegabile fenomeno, un pazzo omicida che li vuole morti. Qui sotto potete vedere il trailer di Alone/Seuls:

Dopo, è la volta di Beyond Skyline (USA, Singapore, Canada, Indonesia, 2017, 105') di Liam O'Donnell, dove il detective di Los Angeles Mark Corley (Frank Grillo), mentre fa uscire dal carcere il figlio di 18 anni Trent, diventa suo malgrado testimone di un fatto incredibile, nel quale la popolazione di una delle città più grandi degli Stati Uniti, viene risucchiata da un'astronave aliena. Quando anche il figlio subisce lo stesso tragico destino, Mark si arma di forza, coraggio e una buonissima dose di determinazione, riuscendo a salire sulla nave spaziale con il disperato intento di salvare Trent.

Eccovi il trailer di Beyond Skyline:

A seguire, Cold Skin (Francia, Spagna, 2017, 105') di Xavier Gens, che narra la spaventosa quanto emozionante avventura di un giovane, che ai confini del circolo polare antartico, attraverso un piroscafo a vapore, approda sull'inospitale terraferma come osservatore meteorologico, decidendo di vivere in solitudine per un anno. Il ragazzo doveva sostituire il suo predecessore ma non lo trova, facendo però la conoscenza di uno strano uomo barbuto che risiede in un faro, custode di orribili ricordi che non riesce a scrollarsi di dosso, legati a pericolose creature del luogo. Nei dodici mesi successivi, il giovane abiterà in una capanna abbandonata, ma sarà obbligato ad affrontare qualcosa che non ha niente di umano, almeno all'apparenza. Qui sotto uno dei trailer ufficiali di Cold Skin. anche se scelto in lingua russa perché più coinvolgente e ricco di scene:

Altra opera filmica è It Came From The Desert (Finlandia, UK, 2017, 89') di Marko Makilaakso, action-movie e di mostri, in questo caso formiche giganti, basato sul videogame omonimo della Cinemaware degli anni '80. In esso c'è di tutto, da bande rivali in motocicletta, feste nel deserto con birra che scorre a fiumi, basi militari segrete sottoterra e naturalmente gli affamati insettoni che si divertiranno a fare a brandelli la razza umana. Chi si salverà? Se uscirà nei cinema italiani, il mistero verrà svelato, ma per il momento accontentatevi del trailer:

Loop/Hurok (Ungheria, 2016, 95') di Isti Madarasz invece, è la storia di Adam, reclutato per trafficare sostanze mediche illegali fuori dal suo paese. Il giovane però, non è più disposto a fare questo sporco lavoro, e insieme alla fidanzata Anna progetta di scappare con il carico e iniziare una nuova esistenza altrove, ma la ragazza è incinta e la notizia non fa che scombinare tutti i loro piani. Adam parte da solo, e da questa decisione sbagliata in poi, sarà un susseguirsi di incontrollabili eventi, che coinvolgeranno la stessa dimensione spazio/temporale. Eccovi il trailer:

Senza interruzione, ecco giungere Rememory (USA, Canada, 2017, 111') di Mark Palansky, con protagonista l'attore del Trono di Spade Peter Dinklage. La vicenda ruota attorno a un certo Gordon Dunn, scienziato di fama internazionale, che dopo aver rivelato la sua ultima scoperta, un macchinario capace di registrare e riprodurre i ricordi, viene ritrovato privo di vita nel suo ufficio. La sua morte è avvolta nel mistero, Carolyn (Julia Ormond), sua moglie, si chiude in casa tagliando i ponti con tutto e tutti, ma l'arrivo alla sua porta di un uomo sconosciuto, appunto Dinklage, cambierà le carte in tavola per sempre, in quanto lui s'impossesserà del macchinario cercando di arrivare alla verità. Qui sotto il trailer di Rememory:

Questo film è poi seguito dal thriller horror Replace (Canada, Germania, 2017, 101') di Norbert Keil, dove la bella, giovane e felice Kira Mabon vive la vita al 200%, fino a quando una mattina le compare sulla pelle una brutta macchia secca. Ha contratto una rara malattia che continua a propagarsi senza possibilità di cura, ma Kira non sa che la soluzione è a portata di mano, e quando se ne rende conto, pur di mantenere inalterata la propria bellezza, non ha alcuna intenzione di tornare indietro. La ragazza infatti, è in grado di sostituire la pelle secca con quella elastica e morbida di altre giovani donne, anche se il prezzo da pagare è uccidere quelle innocenti fanciulle. Quanto resisterà ad essere un'assassina per la sua sete di vanità e amore infinito per l'aspetto esteriore? Intanto, guardatevi il trailer:

Si prosegue infine con Science Fiction Volume One: The Osiris Child (Australia, 2016, 98') di Shane Abbess, storia di Sy (Kellan Lutz), vagabondo, e Kane (Daniel Macpherson, attore della serie tv Le Cronache di Shannara), tenente della Exor, impresa appaltatrice dell'esercito poco pulita, che in un futuro di colonizzazioni interplanetarie, causerà una crisi globale che metterà a repentaglio le loro stesse vite, compresa quella della piccola figlia di Kane. Come se non bastasse, i due dovranno fronteggiare creature selvagge che infestano il pianeta. Eccovi il trailer:

Sezione Neon - Out of Competition del Trieste Science+Fiction 2017

Nella sezione Neon - Out of Competition del Trieste Science+Fiction 2017, troviamo il film basato sul celebre manga Blade of the Immortal (Giappone, 2017, 140') di Takashi Miike, autore del ghost-movie The Call - Non rispondere, dove l'abile e coraggioso samurai Manji è condannato all'immortalità in seguito ad una battaglia. Tormentato dal ricordo dell'uccisione della sorella, sa che per riguadagnarsi l'anima perduta dovrà combattere il male. Sulla sua strada arriverà una ragazzina che si chiama Rin, orfana di entrambi i genitori perché assassinati dal brutale guerriero Anotsu. Manji proteggerà Rin aiutandola a vendicarsi, senza però perdere di vista il suo obiettivo primario. Qui sotto il trailer di Blade of the Immortal:

Successivamente, abbiamo Bushwick (USA, 2017, 94') di Cary Murnion e Jonathan Milott, storia della giovane studentessa Lucy (Brittany Snow), che all'uscita della metropolitana s'imbatte in un folto gruppo di militari in tenuta nera. Il suo quartiere, Bushwick, è sotto attacco, il suo fidanzato muore per colpa di un'esplosione, e in mezzo al caos più totale, con i soldati che sparano alla polizia e agli stessi civili, Lucy non sa cosa fare, ma in suo aiuto accorre l'ex marine Stupe (Dave Bautista). Eccovi il trailer di Bushwick:

It Stains The Sands Red (USA, 2016, 92') di Colin Minihan, film horror sull'apocalisse zombie, dove Molly, una donna originaria di Las Vegas dal fosco passato, si perde nel deserto con un morto vivente famelico al seguìto. Avendo poche vettovaglie a disposizione e con il morale a terra, dovrà recuperare le forze rimaste sia per tenere a bada l'irriducibile zombie, sia per venire a patti con i suoi demoni interiori. Qui sotto il trailer del film:

Infine, Veronica (Spagna, 2017, 105') di Paco Plaza, ghost story con tanto di seduta spiritica, dove durante un'eclissi di sole, insieme a due amici, la teenager Veronica cercherà di mettersi in contatto con il padre defunto. Il problema è che le cose non andranno come la ragazza si aspettava, e lei verrà risucchiata in una spirale di puro terrore. Eccovi il trailer di Veronica:

Sezione Sci-fi Classix del Trieste Science+Fiction 2017

Chiudiamo così la lunga carrellata di film, con il cult horror La notte dei morti viventi (USA, 1968, 97') di George Romero, che non ha sicuramente bisogno di presentazioni, essendo il capolavoro del grande director americano conosciuto in tutto il mondo. Ottimi la fotografia in bianco e nero, il linguaggio cinematografico di stampo documentaristico per rendere più veritiera la vicenda, l'originale montaggio e il sarcastico e terrificante finale. Qui sotto trovate sia il trailer in inglese che quello doppiato in italiano: