Monet Experience e gli impressionisti. Mentre in queste settimane al Complesso del Vittoriano di Roma è possibile ammirare le opere dal vivo di Claude Monet, presso la chiesa sconsacrata di Santo Stefano al Ponte (edificio religioso del 1100 a due passi da Ponte Vecchio) sabato 18 novembre a Firenze apre al pubblico la mostra multimediale dedicata al pittore e ai maggiori interpreti dell’Impressionismo.

Prodotta da Crossmedia Group, la rassegna virtuale racconta l'Arte dell'800 attraverso immagini proiettate in altissima definizione sulle architetture dell’edificio e sui megaschermi allestiti al suo interno, accompagnate dai suoni dalle musiche del tempo, che vanno da Debussy alle musiche popolari francesi.

Monet Experience, oltre a vista e udito coinvolto anche l’olfatto

Una vera immersione sensoriale nei capolavori dell’Impressionismo che oltre a vista e udito coinvolgerà anche l’olfatto, con profumi naturali creati da Aromatique. Al centro del percorso espositivo il ‘padre dell’Impressionismo’ ma anche quadri di Cezanne e Renoir. Un'esperienza da non perdere, che non è una vera esposizione museale in quanto non ci sono tele, ma che intende comunque avvicinare all'arte, strizzando l’occhio particolarmente al pubblico giovane. La mostra sarà visitabile fino al 1°maggio 2018.

Il percorso: 800 immagini ed effetti speciali

Ci sarà un percorso didattico di introduzione che racconterà la storia del grande artista francese ad anticipare il viaggio virtuale che durerà oltre un’ora e in 800 immagini trasporterà il pubblico nei contrasti di luci e ombre e nei colori forti che hanno fissato sulla tela le sensazioni di Monet di fronte alla natura.

I visitatori avranno inoltre la possibilità di ‘entrare’ negli scenari delle opere più famose dell’artista, attraverso degli effetti speciali ad hoc, infatti, si potrà passeggiare sul ponte giapponese o nel giardino di Gliverny.

Una vera mostra spettacolo che ‘non pretende di sostituirsi ai musei’ come ribadisce il presidente di Crossmedia, Federico Dalgas, "ma che intende avvicinare fisicamente le persone ai luoghi dell’arte".

Orari e biglietti

Santo Stefano al Ponte resterà aperta tutti i giorni per l’intero periodo della mostra: dal lunedì alla domenica con l’orario di visita fissato dalle 10 alle 19.30 e ingresso consentito fino a un’ora prima della chiusura. Il prezzo del biglietto intero è di 13 euro; ridotto (studenti e over 65) 10 euro; mentre per i bambini tra i 5 e i 12 anni il costo è di 5 euro.

Ingresso gratuito sotto i 5 anni. Sono previsti dei pacchetti famiglia al prezzo di 34 euro, 40 euro e 44 euro rispettivamente per 4, 5 o 6 persone. Biglietto acquistabile con prenotazione anche online attraverso il circuito Boxoffice Toscana (prevendita + 1 euro).

Nel panorama delle mostre tecnologiche ricordiamo che in queste settimane è in corso a Verona Van Gogh Alive-The Experience.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto