70 opere di artisti contemporanei per celebrare il mondo della scultura. E' la rassegna che tra pochi giorni sarà inaugurata presso il celebre Palazzo d'Avalos, icona della città abruzzese, nell'ambito del "Festival internazionale della scultura contemporanea", evento atteso contemporaneamente in 93 location di 12 paesi europei. La mostra permetterà a quanti amano l'arte, tra artisti e specialisti o semplicemente cultori della scultura, di incontrarsi in gallerie e musei per elogiare e divulgare il tema "Scultura ed architettura" proposto quest'anno dal Festival. Attesi a Vasto un cospicuo numero di turisti.

Pubblicità
Pubblicità

Una celebrazione internazionale della scultura

Il Festival è alla sua nona edizione nella quale quest'anno, attorno al tema scelto, verranno proposte opere di artisti internazionali da ammirare presso studi, gallerie, musei ed altre località in tutto il mondo. Sarà l'occasione giusta d'incontro per opinionisti, curatori, critici e collezionisti che potranno confrontarsi e divulgare la propria impressione attraverso internet.

Pubblicità

Sono 21 i Paesi scelti, come Austria, Cina, Germania, Francia, Italia, Stati Uniti e tanti altri.

I partecipanti potranno sperimentare in prima persona il processo creativo dell'arte tridimensionale e le sue caratteristiche condividendole virtualmente, consentendo a tutti di esprimere il proprio parere su quanto il Festival si è prefisso di proporre. In questo modo l'obiettivo della manifestazione potrà esaudirsi, ovvero rendere visibili le opere e l'arte a coloro che le amano e divulgarle a quanti non le conoscono.

L'evento a Palazzo d'Avalos

La rassegna attesa a Vasto, che sarà inaugurata domenica 28 gennaio 2018 alle ore 18:00 con una presentazione di Bianca Campli, è stata patrocinata dall'amministrazione comunale guidata da Francesco Menna e dal Museo Tattile "Omero" di Ancona.

Sarà un'opportunità di celebrazione della scultura conteporanea che fino all'11 febbraio 2018 potrà essere visitata in loco.

Le 70 opere che saranno esposte a Palazzo d'Avalos provengono da diversi Paesi europei e saranno interconnesse con quelle ospitate parallelamente dalle 93 location che hanno aderito all'iniziativa.

I partecipanti potranno commentare ciò che vedranno sul Photowall della manifestazione e sui canali social che supportano l'iniziativa (Facebook, Twitter ed Instagram), attraverso l'hashtag #Start18 che contraddistingue l'evento internazionale.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto