La Moda è inventare, la moda è creare... la moda è mostrare. Dal 28 giugno al 1 luglio 2018 Altaroma è tornata ad incantare la capitale, affascinando quanti attendono la fashion week capitolina più famosa della città. Quest'anno l'evento estivo Altaroma ha scelto una location simbolo indiscusso della città eterna, dando vita ad un connubio perfetto che intreccia Cinema e moda.

In collaborazione con l'Istituto Luce, infatti, le collezioni di haute couture dei più illustri stilisti, attualmente sulla scena del mercato della moda, sono state presentate a Cinecittà, la fabbrica italiana del cinema annoverata tra le più importanti al mondo in quanto teatro di set internazionali con gli indimenticabili registi Federico Fellini, Luchino Visconti, Martin Scorsese e tanti altri.

Pubblicità
Pubblicità

Dove un tempo le icone del cinema hanno inscenato dei capolavori di pellicole made in Italy, oggi stilisti e designer hanno svelato incredibili collezioni d'abiti dimostrando come il cinema e la moda siano due mondi paralleli che possono incontrarsi facilmente, creando atmosfere magiche e regalando emozioni uniche.

Ad Altaroma il 'Graduation Show' dell'Accademia di Belle Arti

A partecipare alla manifestazione romana di moda anche l'Accademia di Belle Arti di Napoli con il progetto "Graduation Show", nel quale gli studenti hanno potuto sfoggiare gli abiti creati durante il percorso didattico 2017/2018 e presentarli con una sfilata di chiusura al Teatro 10 di Cinecittà.

L'evento si è tenuto domenica 1 luglio 2018 alle 17:00, con il titolo di "Super", termine latino che traduce l'italiano "sopra", ad indicare un qualcosa che sta sopra, supera, passa il confine ed enfatizza il normale, una condizione di eccesso rispetto al normale. L'abito, dunque, si poggia sul corpo, copre e ripara, cela un substrato da svelare.

Otto gli alunni stilisti per otto collezioni mostrate a Cinecittà e molte le tematiche trattate attraverso la moda: Fiorenza Bonagura con "I Love Japan - Samurai Contemporanei", Domenicantonio De Santis con "Melancolia", Palmira Ferrara con "The Intertwined Body", Concetta Fiore con "Khrisalis Collection", Miriam Infurna con "Clan", Raffaella Notaro con "S-Legami", Aleandro Petrella con "Alea" e Annarita Turco con "Matter Shape".

Pubblicità

Altaroma dentro e fuori Cinecittà

Altaroma 2018 è stato un tripudio di eventi ed omaggi, a sottolineare che il mondo della moda è una realtà estremamente presente e particolarmente prolifica nella società del consumo.

La kermesse si è aperta il 27 giugno per omaggiare Renato Balestra con una sfilata presso la sede dell'atelier romano. Protagonista, dunque, dell'evento capitolino ed anche premiato dal Mibact per la sua lunga carriera.

Una mostra presente dal 29 giugno al 15 luglio, invece, omaggia Raffaella Carrà negli Studios di Cinecittà.

"Iconoclasti. Lo stile di Raffaella Carrà nell'opera di costumisti e stilisti" è il titolo dell'esposizione dedicata all'icona degli anni '70, con immagini, abiti e foto di scena della "Maga maghella" molto amata dagli italiani.

Roberto Cappucci è stato celebrato il 28 giugno con il documentario "La moda proibita- Roberto Cappucci e il futuro dell'alta moda" e Sabrina Persechino ha presentato la collezione A/I 2018/2019 al palazzo delle Esposizioni.

Pubblicità

E' stato, inoltre, riproposto il concorso "Who is on text?", dando la possibilità ai nuovi talenti di lanciare il Made In Italy e ripetuto per la seconda volta il progetto "Show Case" con l'intento di avvicinare designer e buyer.

Leggi tutto